28 C
Bastia Umbra
12 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra

Le proposte emerse dalla Conferenza di Copianificazione. Bastia Umbra chiede la condivisione degli obiettivi comuni.

La Conferenza di Copianificazione, che si è tenuta giovedì 16 febbraio 2017 nella sede comunale, per iniziativa dell’Amministrazione di Bastia Umbra nell’ambito della proceduta di approvazione del nuovo Piano Regolatore Generale, ha coinvolto la Regione Umbria per la funzioni di controllo di piani regolatori, la Provincia di Perugia per le funzioni di pianificazione territoriale di coordinamento, oltre ai Comuni limitrofi (Assisi, Bettona, Perugia e Torgiano).
La Conferenza propone di partire da  “valutazioni preliminari in merito agli obiettivi e alle scelte prospettate nel documento programmatico” su tematiche e argomenti che, per rilevanza territoriale, hanno dimensione di interessi sovracomunali e riguardano anche i territori dei comuni circostanti.
Le tematiche oggetto di accordo sono: a) rete ecologica regionale (RERU); b) aree verdi urbane e periurbane; c) sistema della mobilità extraurbana; d) rete di mobilità ecologica (percorsi ciclopedonali ed escursionistici).
 
Il documento proposto nella Conferenza di copianificazione si sofferma in particolare sugli ultimi due obiettivi. Riguardo al ‘sistema della mobilità extraurbana’ si propone di rafforzare il ruolo della mobilità ferroviaria con la previsione di una fermata in corrispondenza dell’aeroporto San Francesco d’Assisi – Sant’Egidio, proponendo questa soluzione in alternativa alla previsione contenuta dal Piano regionale dei Trasporti che individua questo sito a Collestrada.
Il Documento propone inoltre tre varianti alla viabilità esistente (by–pass), come soluzione e riqualificazione dei tessuti urbani oggi interessati da un improprio e parassitario traffico di attraversamento, che genera problematiche di sicurezza e di congestione.
Quanto al by-pass fra la strada assisana e la SS 75, in prossimità del confine orientale con il Comune di Assisi, si propongono due possibili soluzioni, in alternativa: 1) una variante prossima ai tessuti urbanizzati esistenti del capoluogo, riprendendo nella sostanza una previsione del PRG vigente; 2) una soluzione più esterna e vicina al confine comunale, da verificare e coordinare fra le due Amministrazioni locali. La realizzazione del by-pass sarà l’occasione di progettare e realizzare il corridoio ambientale (una significativa discontinuità verde), prevista dal Documento programmatico fra i tessuti urbanizzati di Bastia e Santa Maria degli Angeli: un pezzo significativo della rete ecologica e ambientale locale.
Riguardo alla ‘Rete di mobilità ecologica (percorsi ciclopedonali ed escursionistici)’, l’obiettivo è l’implementazione del sistema d’itinerari che ne devono far parte per dare impulso all’escursionismo e alla mobilità ciclabile all’interno dell’area urbana. In particolar modo rispetto alla connessione tra il percorso ciclabile Spoleto – Assisi, il percorso del Tevere presso Ponte San Giovanni e gli abitati di Ospedalicchio, Bastiola, Costano, Bastia e verso i comuni confinanti.
 
“Un primo incontro importante – rileva l’Assessore Francesco Fratellini – che ha consentito agli enti di esprimere la loro opinione sulla proposta, che noi riteniamo di qualità. Una proposta che può migliorare l’utilizzo del territorio, in un’ottica intercomunale in grado di ottimizzare le risorse e tutelare il Paesaggio e l’Ambiente”.
 
Bastia Umbra, 17 febbraio 2017
Ufficio Stampa del Sindaco

Lascia un commento