12.8 C
Bastia Umbra
28 Febbraio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Cultura tnVIDEO

Presentazione del libro dell’autore Vannio Brozzi “La mia vita… tra la gente e nelle istituzioni”.

Venerdì 24 novembre 2023 alle ore 17:00, presso la sala Europa del centro congressi dell’Umbriafiere, si è tenuta la presentazione del libro “La mia vita… tra la gente e nelle istituzioni” dell’autore Vannio Brozzi.

Questo libro, narrato in prima persona, ripercorre i tratti essenziali di una parte consistente della vita dell’autore, dal freddo inverno del 1950 fino al 2010 (ma con riflessioni personali che si spingono sino ad oggi). Vicende che abbracciano l’infanzia, l’adolescenza, la gioventù, la famiglia, il lavoro, tra soddisfazioni, sacrifici, incertezze e perdite importanti. Sino all’impegno politico-istituzionale, intessuto di euforia, determinazione, ma anche di dubbi e preoccupazioni. Con l’obbiettivo, mai distolto, di contribuire fattivamente alla crescita sociale ed economica della sua città.
In queste pagine emerge un uomo “pubblico” che gran parte di moi ha conosciuto, ma anche un uomo che, ora settantenne, si guarda allo specchio e racconta (per sé e per gli altri) episodi del suo privato (ai più sconosciuti), quasi per una sorta di liberazione, di terapia dell’anima, con la volontà di affidare al “tempo” la sua storia.
Una storia di successi, ma anche di rinunce e di ripensamenti. Vicende che rappresentano anche una cospicua ed esauriente pagina di storia cittadina, e non soltanto di essa.

Sono intervenuti:

Vannio Brozzi, autore del libro
Adriano Cioci, moderatore
Paola Lungarotti, sindaco di Bastia Umbra
Carmine Schiavone, rappresentante AUCC Onlus
Daniela Fanelli, membro AUCC Onlus
Angelo Tranfaglia, ex Commissario Prefettizio
Maria Rita Lorenzetti, ex Presidente della Regione Umbria
Giampaolo Conti, dirigente FCU

Breve Biografia:

Vannio Brozzi nasce il 3 gennaio 1950 in un piccolo borgo di Bastia Umbra. La sua è un’infanzia serena, confortata dagli affetti familiari e spinta dal forte desiderio di stringere amicizie e di intraprendere gli studi.
La giovinezza si ciba di questi principi e, conseguita la maturità all’ITIS di Foligno, aspira ad un’autonomia che si concretizza nel lavoro e nella formazione di una famiglia.
Nel 1975 entra in politica, quasi in sordina, ma la tenacia lo spinge a guardare oltre. Nella sua prima legislatura (dal 1975 al 1980) è assessore comunale ed in quella successiva (1980-1985) vice sindaco. Nel 1985 viene eletto sindaco di Bastia, carica che mantiene anche dal 1990 al 1995, riportando un sorprendente risultato (tra i sindaci più votati in Italia). Tra i suoi obbiettivi vi è quello di dare alla sua città un assetto moderno e dinamico, mai raggiunto nelle epoche precedenti.
Nel 1995 viene eletto nel Consiglio Regionale dell’Umbria, assumendone la vice presidenza, che mantiene fino al 2005, quando accetta il ruolo di Amministratore Unico della Ferrovia Centrale Umbra.

 

Lascia un commento