28.1 C
Bastia Umbra
4 Luglio 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Bastia, niente regalo sotto l’albero

golLa formazione biancorossa rimedia una sconfitta sull’ostico campo della Massese: 2-1. Arrivano De Feo e Pingue
Il gol su rigore di Belli non basta, si rientra a mani vuote dalla trasferta

MASSESE (4-3-3): Barsottini 6; Cinquini 6,Parenti 6 (1’st Bugliani 6), Milianti 6,5, Lorenzini 6 (33’st Ferrante n.g.); Rosaia 6,5, Remorini 6,
Taddei 6; Falchini 6,5, Fusco 6,5, Campinoti 6 (5’st Zambarda). In panchina: Fialdini, Dell’Amico,Perinelli, Angeli, Ceccarelli, Coloretti. All.: Danesi.
BASTIA (4-5-1): Tajolini 6; Ferri 6, Vilkaitis 6,Pingue 6, Bellucci 6; Belli 6,5, Abbonizio 6 (38′ st Pacillo n.g.), De Feo 6, Costantino 6, Pelliccia 6
(8’st Bormioli 6); Bura 6. In panchina: Mattelli,Santini, Mehmedi, Marini, Giubbini, Lombardi. All.:Mattoni.
ARBITRO: Degli Esposti di Bologna (Fedele di Forlì e Ferro di Ferrara).
RETI: 14’st Fusco (M), 25’st rigore Belli (B), 28′ st Falchini (M).
NOTE: spettatori 600 circa. Ammoniti: Remorini,Barsottini (M); De Feo, Pingue (B). Recupero: 0′ e 6′.
MASSA Non sarà un buon Natale per il Bastia,calcisticamente parlando. I biancorossi perdono (2-1) sul terreno della Massese, non riuscendo a dare continuità – almeno sul piano del risultato – alla confortante prestazione del turno precedente. I toscani fanno propria l’intera posta nel secondo tempo, dopo 45 minuti dominati dalla paura di perdere.Belli risponde a Fusco, poi è l’altro attaccante Falchini a firmare il gol partita.Grosse novità in formazione per la squadra di Davio Mattoni,
reduce dalla prima vittoria stagionale nel derby con lo Spoleto. Subito nella mischia i più recenti acquisti, il difensore classe ’92 Domenico Pingue e il centrocampista del ’91 Alfonso De Feo; in campo dal primo minuto anche Abbonizio e Pelliccia, con Nicholas Bura come terminale offensivo. I bianconeri provano immediatamente a fare la partita,ma viaggiano su ritmi troppo lenti.Da parte sua il Bastia si copre,cercando di rischiare il meno possibile.E così le azioni degne di nota si riducono ai minimi storici. Nelle battute iniziali un disimpegno impreciso di Vilkaitis dà via libera a Falchini,che però non riesce a sfruttare a dovere l’occasione capitatagli.Sull’altro fronte, intorno alla mezz’ora da registrare il colpo di testa di Costantino su assist di Abbonizio: la traiettoria però non inquadra lo specchio della porta. In avvio di ripresa la Massese stringe i tempi,con gli innesti di Bugliani prima e Zambarda. Risponde Mattoni con Bormioli per Pelliccia. I padroni di casa avanzano il raggio d’azione. Il Bastia tenta di reggere il colpo, ma dopo nemmeno un quarto d’ora deve incassare la rete dello svantaggio.
Protagonista il centravanti Fusco,che al 14′ trova lo spiraglio giusto per infilare Tajolini. Gli umbri sono costretti a uscire dal guscio e ad attaccare con determinazione alla ricerca del pari. Vengono premiati al 25′, grazie ad un’ottima iniziativa di Lorenzo Belli, che conquista e trasforma lui stesso il calcio di rigore dell’1-1. La Massese non ci sta e così al 28′ è Falchini a far inchinare per la seconda volta Tajolini, sugli sviluppi di una palla inattiva sulla corsia di destra. E’ il colpo del ko per il Bastia, che non riesce a riordinare le idee per imbastire una reazione fruttuosa. I tre punti li intasca dunque la Massese, che balza a quota 20 uscendo dalla zona-rischio.Mercato Il sodalizio bastiolo intanto ha definito gli ingaggi del difensore Alfonso De Feo e del centrocampista Domenico Pingue.

SPOGLIATOIO
Mattoni: “La sosta ci servirà a ricaricarci”
MASSA Di questi tempi il Bastia è un cantiere aperto. Tanti giocatori hanno fatto le valigie, altri invece sono arrivati. Non è facile per l’allenatore
Davio Mattoni trovare la quadra se ogni domenica l’undici schierato cambia volto: manca l’amalgama, si diceva una volta. Per il momento i nuovi innesti hanno riguardato i reparti di difesa e centrocampo, ora c’è da concentrarsi sull’attacco visto che tutto il peso non può ricadere sul giovane classe ’95 Nicholas Bura. I biancorossi non hanno certamente demeritato sul terreno della Massese. Belli e compagni se la sono giocata alla pari per larghi tratti del match e solo nel finale l’esito del confronto si è indirizzato in favore dei toscani. “Nel primo tempo c’è stato grande equilibrio in campo – afferma Mattoni – abbiamo concesso davvero poco agli avversari.Mi è piaciuta anche la reazione dopo lo svantaggio, che ci ha portato meritatamente al pareggio. Peccato per aver incassato subito il 2-1, quella è stata la
svolta decisiva. Ora c’è la sosta, dobbiamo approfittarne lavorando per inserire i giocatori nuovi. Il campionato è ancora lungo, ce la possiamo fare a risalire la china”.

enbsp;

Lascia un commento