28.2 C
Bastia Umbra
17 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Politica

Claudio Ricci sui trasporti in Umbria

Trasporti e Freccia Rossa: servono i fatti non le promesse. Per far viaggiare i treni ad alta velocità servono linee ferroviarie adeguate in Umbria: dal raddoppio della tratta Spoleto-Terni al raddoppio “selettivo” della Foligno-Perugia-Terontola (potenziando la Ferrovia Centrale Umbra). Altrimenti, con un binario unico, i treni veloci vengono “bloccati da quelli lenti”. Banale? Non tanto viste le dichiarazioni.
Occorre destinare all’Umbria circa 50 milioni di euro all’anno, aggiuntivi, per dieci anni (totale mezzo miliardo di euro) per recuperare il terreno perduto (dato presente nel Piano Regionale dei Trasporti dell’Umbria).
L’aeroporto deve raddoppiare l’attuale flusso di traffico (sino a 500.000 movimenti passeggi all’anno) attraverso accordi stabili (e linee aree permanenti tutto l’anno) con le compagnie aeree a basso costo (servono 3 milioni di euro all’anno in più). La stazione ferroviaria ad “alta velocità” deve essere realizzata all’aeroporto con la variante ferroviaria ad alta velocità Roma-Ancona (invece che la stazione in Toscana come si vorrebbe).
Da tre anni si chiede di far fermare a Spoleto il freccia bianca e non lo si fa. Sintesi: bene gli annunci sul Freccia Rossa a Perugia: a quando qualche risultato? Auspico che le categorie socio economiche dell’Umbria sollecitino con “incisività”.
21/01/2017
Claudio Ricci (Consigliere Regionale).

Lascia un commento