30.8 C
Bastia Umbra
14 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Nazione

Bastia, boccata d’ossigeno

menichinigolL’Angelana frena nel derby che finisce con una «scaramuccia» fra giocatori
Santa Maria degli Angeli -FRENA L’ANGELANA, dopo due vittorie, ossigeno per il Bastia, che incassa i primi tre punti, pesantissimi. Il derby, sentito e nervoso, con scaramuccia finale fra i giocatori, lo decide Mattia Menichini, nel primo tempo, nell’unica sortita offensiva della prima frazione. Sull’altro fronte l’Angelana manovra, si rende pericolosa, ma centrare la porta è un autentico miraggio; senza dimenticare un paio di episodi sospetti in area di rigore bastiola che fanno discutere molto nel dopo partita.
La gara, condizionata dal vento, vede l’Angelana più manovriera, con il Bastia che si difende con ordine. I locali ci provano con Baratteri e Di Giuseppe a più ripresa, ma la mira è imprecisa. Così gli ospiti, alla prima occasione, segnano. Fornetti, al 23’, lancia in profondità, Menichini fa valere la sua fisicità contro una difesa assopita e molle, e scaraventa in rete.
I ragazzi di Montecucco cercano il pareggio, ma sbagliano ancora sotto rete.
All’inizio di ripresa l’occasione più ghiotta: angolo di Sisani, colpo di testa di Baratteri, e gran parata di Tajolini. Poi i soliti errori di mira, qualche distrazione, la squadra che perde ‘geometrie’.
Sull’altro fronte il Bastia imbastisce ripartenze velenose: al 21’ Storani prende il palo e Cirillo manca la porta, al 26’Storani si vede annullare la rete del raddoppio, al 34’ Nofri rischia l’autorete.
La gara cresce sul piano agonistico e nervoso, con l’Angelana che non ci sta a perdere, ma Ciccioli e compagni chiudono tutti i varchi. Allo scadere l’episodio che aggiunge benzina sul fuoco: palla in area per Di Giuseppe che, in acrobazia, calcia verso la rete, un difensore ribatte, forse con la mano. L’arbitro fischia. Rigore? No, fine delle ostilità, fra le proteste dei locali.
Le interviste I padroni di casa recriminano
Montecucco: ‘Battuti, ma prestazione positiva’ E Scapicchi esulta: ‘Siamo stati bravi e fortunati’
Santa Maria degli Angeli «ABBIAMO PERSO, ma la prestazione è stata positiva: abbiamo creato una marea di palle gol, ma siamo stati imprecisi». Così Andrea Montecucco, allenatore dell’Angelana. «Il Bastia ha segnato sulla prima occasione che abbiamo concesso – aggiunge -: il nostro errore difensivo è stato evidente. L’episodio di Di Giuseppe allo scadere? Non è stato l’unico. L’assistente ha alzato la bandierina a segnalare il rigore, ma l’arbitro ha preferito fischiare la fine».
«Il vento ha limitato le due squadre – dice Michele Scapicchi, tecnico del Bastia –. Abbiamo vinto la partita che abbiamo giocato peggio. Siamo stati bravi e fortunati: ci prendiamo il risultato per guardare avanti con più fiducia. E’ venuto fuori il cuore, il carattere, la voglia di ottenere il risultato dei ragazzi».
Angelana 0 Bastia 1
ANGELANA: Di Prisco 6, Nofri Onofri 6, Galassi 6, Fuscagni 5,5 (4’st D’Ambrosio 5,5) Cecchetti 6 (39’st Guarino), Melillo 5,5, Catani 6, Cesari 6, Di Giuseppe 5,5, Baratteri 6,5, Sisani 6. A disp. Rossi, Guzzoni, Ferri, Dida, Maulini. All. Montecucco 6,5
BASTIA: Tajolini 7, Mammoli 6, Ceccarelli 5,5 (29’st Bistoni ng), Fornetti 6,5, Ciccioli 6,5, Cotroneo 6,5, Storani 6 (29’st Perez ng), Marchetti 6, Menichini 6, Pensa 5,5, Battistelli 5,5 (17’st Cirillo 5,5). A disp. Ferroni, Marini, Benedetti, Colosimo. All. Scapicchi 7
Arbitro: Borriello di Arezzo 5,5
Marcatori: 23’pt Menichini

Lascia un commento