23.5 C
Bastia Umbra
25 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Nazione

Il Bastia si arrende anche al Ponsacco

Nuovo tracollo casalingo
Bastia 1 Ponsacco 3
BASTIA: Braccalenti, Ferri, Ciccioli, Pingue, Vilkaitis, Costantino, Locchi (39′ st Bellucci), Marchetti (27′ Stirati), Sarli, Belli, Bura (36′ Bongiovì). (A disposizione: Ferroni, De Feo, Mehmedi, Ziarelli, Abbonizio, Pacillo). Allenatore Mattoni (nella foto).
PONSACCO: Cappellini, Lazzerini, Razzanelli, Fiale, Tricoli, Barsotti (30′ st Del Padrone), Menichetti, Bortoletti, Vignali (22′ st Pirone), Doveri, Granito. (A disposizione: Ricciarelli, Lici, Bartoli, Tamberi, Favilli). Allenatore: Lazzini. Arbitro: Mario Cascone di Nocera Inferiore. Marcatori: Ciccioli (autorete) 13′ pt, Menichetti 18′ pt, Sarli 34′ pt, Granito 5′ st.
Bastia L’ENNESIMA sconfitta del Bastia tra le mura amiche. Il fatto che per andare in vantaggio il Ponsacco ha sfruttato prima un’autorete e poi una deviazione di un difensore che ha spiazzato il portiere bastiolo, dice anche la casualità della gara. Il Bastia di mister Mattoni non riesce ad imporsi, ormai da settimane, e ieri pur rimanendo in piedi per 90′, alla fine è stato sconfitto. Gli ospiti hanno ottenuto il massimo risultato con il minimo sforzo. Il Bastia subito pericoloso all’8′ con un assist da sinistra di Marchetti che Sarli dall’area piccola di testa gira a rete, ma il portiere gli nega il goal con una respinta di pugno. La partita appare equilibrata, ma al 13′ il Bastia va sotto. Calcio di punizione dal fondo campo sinistro di Barsotti che supera la porta e cala dalla parte opposta dove Ciccioli, nel tentativo di deviare di testa, insacca nella propria rete. Un evidente infortunio che rende nervosa la squadra locale. Al 16′ un tentativo di reazione del Bastia di Vilkaitis si perde sul fondo e al 18′ il Ponsacco raddoppia: sulla respinta della difesa bastiola Menichetti da fuori area calibra un siluro che Braccalenti potrebbe parare, ma viene spiazzato dall’involontaria deviazione di un difensore. Al 34′ per l’atterramento in area di Bura da parte di Barsotti l’arbitro concede il rigore che Sarli trasforma, accorciando lo svantaggio. E’ il momento dei locali che al 41′ vanno vicinissimi al pareggio con Belli fermato dal portiere in uscita. Al 43′ Costantino, servito da Belli, conclude a rete, ma è pronto Cappellini alla parata. La partita di fatto si chiude al 5′ della ripresa quando Granito da destra aggira il diretto difensore Vilkaitis e calibra un perfetto diagonale che centra la parte interna del palo sinistro finisce in fondo al sacco. Qualche tentativo dei locali che non riescono a cambiare l’esito della gara. Massimo Stangoni

Lascia un commento