21.6 C
Bastia Umbra
19 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

“Risposte chiare su via Firenze”

FOTO PIANO FRANCHI.bmpRenzini “Gruppo misto” punta il dito sulla mancata realizzazione del sottopasso
BASTIA UMBRA “La città, oltre alla 53a edizione del ‘Palio de San Michele’,nel corrente mese di settembre festeggerà anche il secondo compleanno dell’inerzia dell’amministrazione Ansideri nell’avvio dei lavori del Paim -Zona di ristrutturazione ‘R2’ Franchi ed aree limitrofe, di cui fa parte anche la realizzazione del tanto agognato sottopasso di via Firenze”. Il duro attacco arriva da Fabrizia Renzini consigliere del Gruppo misto che ricorda come l’opera di riqualificazione urbanistica e viaria sia attesa da anni dai cittadini e punta il dito contro l’amministrazione che non ha ancora portato a termine il piano “approvato con delibera di consiglio comunale numero 25 del 28 marzo 2013, sulla quale si sono espressi a favore anche l’attuale assessore ai Lavori pubblici Catia Degli Esposti ed il presidente del consiglio Stefano Santoni, al tempo entrambi consiglieri di maggioranza”. Quindi Renzini facendosi portavoce dei cittadini sollecita l’amministrazione comunale a dar risposte sulla tempistica del cantiere: “In qualità di consigliere comunale del Gruppo misto, ritengo doveroso che sia il sindaco sia l’assessore all’Urbanistica ed Edilizia nonchè vice sindaco Francesco Fratellini, informino una volta per tutte, in maniera chiara e trasparente, quali sono le problematiche relative al mancato avvio di questo cantiere, anche alla luce delle risultanze della conferenza dei servizi che è stata convocata in questi giorni”. Renzini ha presentato un’interrogazione sulla questione che sarà quindi oggetto di discussione al prossimo consiglio comunale, con lo scopo sottolinea ancora il consigliere di fare chiarezza sulla vicenda e sull’azione politica. “L’interrogazione – afferma – non mira in alcun modo a conoscere a chi vanno attribuite le colpe di una siffatta lentezza ma vuole piuttosto essere l’esternazione di una più ampia vox populi che ha bisogno di risposte chiare, frutto di un’azione politica concreta ed efficace, i cui risultati siano di ampio godimento ed alla portata del vivere quotidiano.

Lascia un commento