2 C
Bastia Umbra
6 Febbraio 2023
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Sport

Sport veicolo di rispetto – Se ne è parlato con gli studenti del territorio Incontro promosso dall’associazione “Nel Nome del Rispetto”.

Assisi, 1 dicembre ’22 – Sport, cultura e rispetto: questi sono i valori che devono fondersi nello sport per diventare veicolo a quanti praticano attività sportive.

È ad una vasta platea di giovani studenti, provenienti da varie realtà scolastiche del territorio, (Istituto “Bonfigli” di Corciano, Comprensivo “Perugia 12”, Scuola media “Frate Francesco” di Assisi, Scuola nido e infanzia “Marmellata di more” di Spello), che si è rivolta l’associazione ‘Nel Nome del Rispetto’, presieduta da Maria Cristina Zenobi nella mattinata odierna nei locali di Casa Leonori a Santa Maria degli Angeli.

Il rispetto, che ha le sembianze del felino più amato: il gatto.  “Gatto rispetto”, questo il suo nome che viene invocato ogni volta se ne ravvisa il bisogno in presenza di rispetto calpestato.  Nel corrente anno scolastico gli studenti delle scuole che hanno aderito all’iniziativa dovranno legare il concetto del rispetto allo sport. E’ stata ideata la figura del Gatto Rispetto per facilitare la comunicazione. Quest’anno con i valori dello sport si vuole trasmettere ai giovani un fattore importante che li aiuti ad abituarsi a strutturare il proprio tempo, a controllare il proprio carattere, a rispettare con sacrificio e coraggio l’impegno preso e i tempi da questo richiesti.

Alla mattinata erano presenti, tra gli altri, l’assessore del Comune di Assisi con delega allo Sport Veronica Cavallucci, il presidente Coni regionale, Domenico Ignozza che ha rimarcato come “attraverso lo sport prepariamo i giovani al loro futuro, ad essere cittadini migliori di questa società. Per chi pratica sport – ha continuato – parlare di amicizia, rispetto, sacrificio  è normale e sono questi i grandi valori che la pratica sportiva  deve trasmettere e con i quali devono crescere”. Ma Ignozza ha esortato il bisogno di avere una nuova cultura dello sport e per fare ciò diventa necessari, partire non dai ragazzi ma da dirigenti, tecnici e genitori per combattere la pratica scorretta.

 

Nel corso dell’incontro è stato presentato A scuola con gatto Rispetto” di Fiorenza Mosci e il cartone animato legato alle pillole di gatto Rispetto.

Presenti, tra gli altri, anche Manuela Levorato, campionessa internazionale di atletica e Gian Luca Tassi, campione paralimpico.

 

 

Agenzia quotidiana di informazione a cura della Redazione Stampa

Servizio Affari Generali della Provincia di Perugia

Lascia un commento