18.8 C
Bastia Umbra
3 Ottobre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Politica

Perché si vedono così pochi manifesti affissi nelle plance elettorali?

Mancano pochi giorni al voto e gli spazi allestiti dai comuni sono ancora molto vuoti.

Installare le plance elettorali da parte dei Comuni è un obbligo di legge. Tali spazi sono concessi gratuitamente alle liste elettorali senza bisogno che ne facciano espressa richiesta.

 

A meno di tre giorni dal voto, a Bastia, gli spazi destinati ai manifesti elettorali risultano desolatamente vuoti o occupati in piccola parte. A quanto pare si tratta di un evidente segnale di una diminuita importanza che i partiti politici attribuiscono a questo genere di pubblicità. Eppure l’amministrazione di questo comune ha effettuato uno sforzo organizzativo non indifferente al punto che è lecito domandarsi se la legge che prevede obbligo di installare plance elettorali per l’affissione dei manifesti non sia da considerarsi superata, in tempi di campagne elettorali condotte in larga parte sui social, televisione e giornali.

Tutte le forze politiche che abbiamo sentito in città hanno confermato che il numero dei volontari per affiggere i manifesti si è molto ridotto, per cui l’operazione procede più a rilento del previsto, ma nei giorni prima delle elezioni ci è stato garantito che tutti i manifesti saranno affissi.

Se in passato i pannelli venivano riempiti con largo anticipo e poi “ripassati” in seguito per sostituire i manifesti rovinati o distrutti, ora si preferisce concentrarsi solo sugli ultimi giorni, per arrivare in prossimità del voto con più affissioni in buono stato possibili. Ma la realtà è che a tre giorni dal voro quasi tutte le plance di Bastia sono come quella di Via IV Novembre rappresentata in foto.

Da quando esistono le elezioni non era mai accaduto da parte dei partiti un disinteresse così alto.

di Francesco Brufani (Terrenostre)

Lascia un commento