31.3 C
Bastia Umbra
14 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

Adelmo Cervi ad Assisi per narrare la storia della sua famiglia.

Sarà presente all’incontro la partigiana Mirella Alloisio, responsabile della segreteria operativa clandestina del CLN Liguria, Croce di Guerra al Valor Militare.

Domenica 3 luglio alle ore 18, presso la Pro Loco di Santa Maria degli Angeli, sarà ospite dell’Anpi Valle Umbra Nord Adelmo Cervi, per parlare della storia della sua famiglia.

Il 28 dicembre 1943 la milizia fascista di Reggio Emilia fucilava i sette fratelli Cervi: Gelindo, Antenore, Aldo, Ferdinando, Agostino, Ovidio ed Ettore. Il primogenito aveva quarantadue anni, il più giovane ventidue. Furono arrestati per il loro impegno antifascista e la loro fucilazione venne decisa da esponenti del fascismo locale come rappresaglia a uno dei primi attentati gappisti della zona.

I Cervi erano contadini innovativi: negli anni Trenta si erano emancipati dalla condizione di mezzadri ed erano diventati affittuari. Nella zona furono i primi a livellare la terra, ad acquistare un trattore ed erano assidui lettori di riviste agricole. Avevano anche fondato una piccola biblioteca: erano “contadini di scienza”, come disse il padre Alcide.

Quello che colpisce, al di là del dato storico, è l’enormità della tragedia della fucilazione di sette fratelli: fu sterminata l’intera nuova generazione maschile di una famiglia. E la madre Genoeffa Cocconi sopravvisse ai figli neanche un anno.

Al vecchio padre Alcide toccò il compito innaturale e tragico di testimoniare la memoria dei propri figli. Con le quattro nuore e gli undici nipoti continuò a coltivare la stessa terra e a vivere nella stessa casa assaltata dai fascisti, fino al 1970, anno della sua morte.

Adelmo è uno di quegli undici nipoti: figlio di Aldo, intraprendente, inquieto, colui che seminò in famiglia il germe della ribellione. Il padre Alcide dirà: “Aldo mi ha dato quel poco che ho di intelligenza politica”.

Adelmo è però soprattutto un orfano, troppo piccolo per ricordare il padre, del quale ha sentito la mancanza, ancor più perché erede di una famiglia che è divenuta un’icona della Resistenza. Ma, al di là del mito, la famiglia Cervi resta una famiglia fatta di tante storie distinte. E di questo parlerà Adelmo.

Sarà presente all’incontro la partigiana Mirella Alloisio, responsabile della segreteria operativa clandestina del CLN Liguria, Croce di Guerra al Valor Militare.

 

02/07/2022

Francesca Vignoli
Sezione ANPI Valle Umbra Nord

Lascia un commento