20.2 C
Bastia Umbra
26 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Politica

Stefano Pastorelli: ““Sull’ospedale di Assisi un vergognoso teatrino degno della politica di sinistra più becera.”

“La Proietti in perenne campagna elettorale, Speranza faccia il Ministro e sulla sanità ascolti le Regioni, non si presti a queste sceneggiate”. L’attacco dei consiglieri del gruppo Lega in Regione Umbria.
“Siamo sorpresi di come il Ministro Roberto Speranza con cui difficilmente le Regioni riescono ad interloquire, comprese quelle governate dalla sinistra, abbia trovato il tempo di prestarsi al teatrino messo in scena dalla Proietti sull’ospedale di Assisi – afferma il capogruppo Stefano Pastorelli a nome del gruppo Lega in Regione Umbria – Allo stesso modo ci sorprendono le modalità di quanto accaduto, considerando il brevissimo arco di tempo intercorso tra la lettera di denuncia dei medici che operano nel Pronto Soccorso e all’Emergenza 118 e la visita di Speranza, a cui ricordiamo che la competenza sugli ospedali è della Regione, quindi semmai volesse confrontarsi sul nosocomio di Assisi sono la presidente Donatella Tesei e l’assessore Luca Coletto le persone istituzionalmente preposte e non certo personaggi in cerca di visibilità come la Proietti.
La sindaca di Assisi e presidente della Provincia, tra l’altro, ha esposto al Ministro una versione dei fatti corrotta dalla volontà di strumentalizzare a fini politici un tema delicato come quello della sanità. Stranamente la Proietti si è dimenticata di rivelare a Speranza che quanto affermato dai medici rispetto al Pronto soccorso è stato rettificato subito dopo attraverso una nota ufficiale in cui la Direzione aziendale spiegava di aver immediatamente provveduto al reclutamento di medici di altri reparti che ha consentito di assicurare il servizio di 118.
Si rimane perplessi, inoltre, dalla richiesta di non modificare la destinazione del nosocomio di Assisi. Istanza dovuta a una ignoranza di fondo della Proietti sul tema, in quanto lo stesso non può che essere un ospedale di base anche in virtù delle recenti azioni intraprese dalla direzione strategica per il potenziamento e l’implementazione dei servizi.
Ricordiamo a una Proietti troppo distratta che è già stato espletato un concorso per Direttore di struttura complessa del reparto di Medicina ed è in corso la nomina del direttore; oltre alle prestazioni in ambito chirurgico sono state aggiunte ulteriori prestazioni a cura dell’Azienda ospedaliera per quanto attiene le attività ortopediche oltre alle rutinarie che vengono effettuate da chirurghi della Usl1; è in corso di acquisizione un ulteriore ginecologo che presterà servizio nel cosiddetto ‘Punto donna’ ubicato all’interno dell’ospedale; nel corso dell’anno sono state acquistate tecnologie e garantita la manutenzione delle sale operatorie.
Siamo sinceramente preoccupati per il futuro della città di Assisi e della provincia di Perugia, poiché chi è deputato a occuparsi dei cittadini e del territorio preferisce alimentare una perenne campagna elettorale dove gli unici interessi da coltivare sono quelli personali dettati dalle ambizioni politiche. Invitiamo infine il Ministro Speranza ad ascoltare i campanelli di allarme che sul tema della sanità provengono da tutte le Regioni d’Italia, comprese quelle governate dalla sinistra, ancora in attesa dei finanziamenti promessi per far fronte alle spese covid”.

 

23/05/2022

Stefano Pastorelli
Consigliere Regionale Assemblea Legislativa Regione Umbria
Capogruppo Lega

Lascia un commento