16.7 C
Bastia Umbra
9 Aprile 2020
Terrenostre 4.0 giornale on-line, Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Attualità

Coronavirus. L’Italia si ferma, diamo valore agli affetti che ci circondano.

11 marzo 2020. Stop. Silenzio. Paura. L’Italia si ferma. Distanti ma uniti veniamo chiamati a combattere contro un nemico invisibile, subdolo, potente, che non fa distinzioni, con la consapevolezza che insieme possiamo vincere. Il dolore e lo sgomento che da Nord a Sud invadono il Paese più bello del Mondo ci devono dare il coraggio, la grinta e la rabbia per lottare. Sì, la rabbia, per sconfiggere questo virus e tornare a brillare più belli e forti di prima, con delle ferite indelebili nel cuore che porteremo però con orgoglio, perché saranno il segno che è stata dura ma che ce l’abbiamo fatta. 

Questo è il tempo di fermarsi, tutti, poiché rinunciare ora alla libertà significa salvaguardare la vita, nostra e degli altri. Questo è il tempo in cui ognuno di noi può riscoprire i valori che una società frenetica ci ha tolto. Fermi a casa facciamo i conti con i nostri pensieri e magari in famiglia torniamo a guardarci negli occhi, a mangiare insieme, a guardare un film sul divano tutti insieme, a giocare e parlare con i nostri figli, ad ascoltarli, a cucinare insieme giocando a sporcarci con la farina. Già, insieme. Il virus ci ha tolto la bellezza di un abbraccio, di un bacio, di una stretta di mano, solo ora capiamo quanto preziosi siano questi gesti che fino a qualche giorno fa davamo per scontati. Separati all’improvviso, c’è anche chi capisce di amare davvero, di fronte al pericolo della morte ci rendiamo conto che la vita va vissuta amando, ogni istante, incondizionatamente, quante volte diciamo che il grande amore spaventa, stupidaggini, il grande amore dà la forza per affrontare la vita, e quando lo si incontra non bisogna sprecarne neppure un istante.  

Il pensiero in questi giorni va a chi è in trincea, medici, infermieri, forze dell’ordine che, rischiando la propria vita, stanno dando anima e corpo per salvare la nostra. Ecco, questo è il momento della generosità, restiamo a casa, leggiamo, cuciniamo, scriviamo, scrivere dà senso di libertà, torniamo ad innamorarci delle piccole cose, riscopriamo la bellezza dell’essenziale e presto ne usciremo, tutti insieme. Quando tutto sarà finito, senza né mascherine né guanti ci abbracceremo e insieme risolleveremo la nostra Italia, orgogliosi di vivere in questo Paese straordinario che tutti avremo contribuito a salvare.   

Stiamo scrivendo la storia.  

 12/03/2020

Sonia Baldassarri

1 commento

Francesco Morelli 13 Marzo 2020 at 13:08

Condivido, brava

Rispondi

Lascia un commento

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questa informativa, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy