28.2 C
Bastia Umbra
17 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Sport

Domenica a Verona è scontro diretto per il quarto posto.

– Due giorni al match del PalaOlimpia che mette di fronte in panchina due simboli della “Generazione dei Fenomeni” Bernardi e Giani e tanti grandi campioni in campo. Si gioca, anche e soprattutto, in ottica Coppa Italia con i bianconeri chiamati a difendere la quarta poltrona che garantirebbe il passaggio diretto ai quarti di finale –

PERUGIA – Doppio allenamento al PalaEvangelisti oggi per la Sir Safety Conad Perugia.

È tornata nel proprio quartier generale la squadra bianconera agli ordini di Lorenzo Bernardi per preparare con cura il match di domenica pomeriggio (inizio anticipato alle ore 16:00, diretta su Raisport 1 a partire dalle ore 16:30) al PalaOlimpia di Verona contro i padroni di casa della Calzedonia.

Scontro in panchina tra due simboli della “Generazione dei Fenomeni” Bernardi e Giani, artefici del periodo d’oro della pallavolo maschile italiana, e tanti confronti diretti in campo molto interessanti come la sfida in regia tra i talenti di Baranowicz e De Cecco, quella in salsa serba tra il veronese Kovacevic ed i bianconeri Podrascanin ed Atanasijevic, il match tra due opposti di razza come lo stesso “Magnum” ed il gialloblu Djuric.

Tanti davvero gli spunti di interesse di Verona-Perugia, partita che il tecnico perugino ed il suo staff stanno studiando con attenzione per inquadrare traiettorie d’attacco e caratteristiche principali del gioco scaligero. Verona viene da quattro sconfitte consecutive e da una settimana in ritiro e certamente metterà in campo grande aggressività e voglia di riscatto, potendo contare anche su un palazzetto che si avvia verso il tutto esaurito.

A livello tecnico e tattico, la Calzedonia ha due punti di riferimenti principali: l’opposto Djuric, braccio armato dell’attacco di Verona, e lo schiacciatore Uros Kovacevic, atleta dotato di grande tecnica e di grande carisma, capace di trascinare anche emotivamente compagni ed ambiente. Sicuramente limitare i due martelli sarà condizione imprescindibile per il muro e la difesa della Sir.

Si gioca, anche e soprattutto, in ottica Coppa Italia. A due giornate dalla fine del girone d’andata, Perugia deve cercare di mantenere il quarto posto (che garantisce il passaggio diretto ai quarti di finale) dall’attacco delle inseguitrici Piacenza, Monza e proprio Verona va da sé dunque che il match di dopodomani assume i connotati di vero e proprio scontro diretto.

Lo sanno bene a Pian di Massiano i Block Devils come sanno bene che domenica ci vorrà una grande prova, non solo tecnica ma anche caratteriale, per uscire dal PalaOlimpia con la vittoria. Pensiero questo sintetizzato perfettamente dalle parole di capitan Birarelli:

“A Verona domenica sarà molto difficile. Loro avranno certamente voglia di riscatto davanti ai loro tifosi e poi contro di noi, lo dice la storia degli ultimi scontri diretti, è sempre una battaglia e sono sempre partite lunghe. Aspetti che non mancheranno sicuramente domenica saranno agonismo ed intensità in misura diversa dalle ultime gare che abbiamo giocato e dobbiamo farci trovare pronti a questo”.

 25/11/2016

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA

Lascia un commento