21.9 C
Bastia Umbra
28 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Sport

Due giorni alla sfida con Piacenza. Beretta: “Gara fondamentale per la corsa al quarto posto".

– Antivigilia di SuperLega per i Block Devils attesi sabato sera dall’anticipo dell’ottava di ritorno in casa contro la Copra. Il centrale bianconero: “Sarà dura perché Piacenza, nonostante non sia in un bel periodo, è una squadra forte, esperta, con giocatori che non serve neanche nominare tanto sono importanti. La Champions? Sinceramente non ne abbiamo ancora neanche parlato” –

PERUGIA – Si avvicina il ritorno in campo per la Sir Safety Credito Cooperativo Umbro Perugia.

I Block Devils del presidente Sirci sono intenti ad ultimare la preparazione in vista del confronto di sabato sera, anticipo dell’ottava di ritorno di SuperLega, contro Piacenza.

Sarà quello del PalaEvangelisti (fischio d’inizio alle ore 20:30) il primo di due incontri casalinghi ravvicinati per i bianconeri attesi poi mercoledì 4 marzo dalla sfida d’andata dei Playoffs 6 di Champions ancora tra le mura amiche contro il Belchatow.

Match del quale non si è parlato in questi giorni all’interno dell’impianto di Pian di Massiano perché Grbic ed i suoi ragazzi hanno dedicato tempo ed energie fisiche e mentali unicamente per preparare ed approfondire il match contro la formazione del tecnico tifernate Radici. Avversario tosto per la Sir che non dovrà assolutamente lasciarsi ingannare dall’attuale classifica della formazione piacentina, nona al momento a sei lunghezze dalla zona playoff, e dall’ultimo periodo di campionato poco felice per Zlatanov e soci che hanno inanellato sette sconfitte consecutive in SuperLega.

Perché invece la Copra rimane compagine di ottimo livello e grande qualità con atleti esperti quali appunto capitan Zlatanov, Papi, Tencati, il libero brasiliano Mario Junior e l’opposto cubano Poey (che non era ancora stato tesserato nella gara d’andata). Senza dimenticare che i playoff sono l’ultimo obiettivo rimasto a Piacenza in questa stagione e di certo la squadra del presidente Molinaroli giocherà tutte le sue carte per centrale la qualificazione alla post season che assegna il tricolore.

Allerta massima dunque in casa bianconera. Grbic ed il suo staff hanno perciò impostato un lavoro settimanale con al centro delle specifiche situazioni tattiche fondamentali per fronteggiare al meglio Piacenza, senza dimenticare l’importanza del servizio che nelle ultime gare (sia contro lo Jastrzebski in coppa che a Ravenna in campionato) ha fatto la differenza in positivo per la Sir.  

È il centrale Thomas Beretta a presentare le tante insidie del match di dopodomani:

“Come al solito in campo non c’è mai vita facile, in Italia è così. Sarà dura perché Piacenza, nonostante non sia in un bel periodo, è una squadra forte, esperta, con giocatori che non serve neanche nominare tanto sono importanti. Per noi è una partita importante perché dobbiamo cercare di recuperare il quarto posto in classifica. Stiamo lavorando parecchio e sabato dobbiamo cercare di imporre il nostro gioco e dettare noi l’andamento della partita. Gli aspetti tecnico-tattici più rilevanti? Il servizio è sempre importantissimo perché poi ci permetterebbe di poter lavorare bene nella correlazione muro-difesa. E poi è fondamentale cercare di limitare il loro gioco d’attacco in particolare i terminali offensivi principali che sono Zlatanov e Poey”.

Beretta conferma che l’attenzione in casa Sir è rivolta solo alla partita con Piacenza:

“Della Champions sinceramente non ne abbiamo ancora neanche parlato. Prima c’è la gara di sabato e, sarà una frase fatta, dobbiamo pensare ad un match alla volta, è inutile andare oltre”.
26/02/2015

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CREDITO COOPERATIVO UMBRO PERUGIA

Lascia un commento