25 C
Bastia Umbra
30 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

Pingue illude il Bastia Poi ci pensa Essoussi

140px-AC_Bastia_Logo.svgNel posticipo di serie D i biturgensi vanno sotto, poi la doppietta del puntero che sale in vetta alla classifica marcatori con 11 centri
di DANIELE MILLETTI
BASTIA UMBRA – Sfruttando due «palloni destinati ad andare fuori«, parole del tecnico bastiolo Davio Mattoni, il Sansepolcro riporta i tre punti dal campo di un buon Bastia, sicuramente in crescita nelle prestazioni, anche se ormai riportare a casa solo i complimenti non può più bastare. I tre punti per i bianconeri sono di platino, perché intascati in una partita non brillante. Quel che rimane del Bastia è la sensazione di una squadra ampiamente migliorata,
ma che soffre tremendamente da un punto di vista psicologico.LA CRONACA Basti guardare i primi venti minuti dei biancorossi: solidi, determinati e compatti: Vadi al 1′ è miracoloso su Costantini, e sul corner seguente Pingue con una bordata segna. Il periodo che cambia la partita è compreso tra il 23′ ed il 29′: su un lancio di Arcaleni Bellucci si fa aggirare da Alagia, Braccalenti tenta un uscita rimanendo però a mezza strada, e per Essoussi è un gioco da ragazzi appoggiare in rete di testa; passano sei minuti e lo stesso Essoussi,ormai impossibilitato ad intervenire,viene trattenuto da Bellucci.
Lo stesso marocchino dal dischetto realizza il vantaggio. Con il Sansepolcro intento a difendere il prezioso vantaggio, le armi offensive del Bastia si concretizzano tutte nelle iniziative di Belli sulla fascia sinistra, ma i locali dimostrano di non avere fortuna,o più semplicemente di non essere capaci a far girare gli episodi a loro favore. Si leggano in quest’ottica l’occasione mancata da Bura al 46’, e l’incredibile mischia al 59’, dove prima Sarli e dopo lo stesso Bura non riescono a mettere in rete la palla da pochissimi metri. Il Sansepolcro dimostra di badare al sodo e, quando Essoussi ed Alagia gli chiedono il cambio, Mezzanotti non ha dubbi nell’inserire Angiolucci e Cappini, rispettivamente un difensore ed un centrocampista, e passare ad un 5-3-1-1 molto coperto. Le azioni di ripartenza dei biturgensi si concludono in un contropiede orchestrato da Essoussi e concluso da Marinelli
con un tiro sopra la traversa (47’).La solidità del Sansepolcro si rivela un ostacolo insormontabile per una squadra come il Bastia,che regala qualcosa agli avversari là davanti per quel che riguarda chili e centimetri; una situazione che non giova all’aspetto mentale dei locali, come dimostra il rosso diretto rimediato da Cibocchi all’86’ per un duro intervento su un avversario, ne verrà fuori una squalifica che doveva essere evitata, specie nella situazione di classifica molto critica in cui versa il Bastia.
Dopogara Gara a due facce per il tecnico bianconero. L’allenatore locale Mattoni: «Bella prova, avremmo meritato il pareggio»
Mezzanotti: «All’inizio dovevamo smaltire il panettone…»
BASTIA UMBRA – A chi gli chiede una battuta per sintetizzare l’incontro, il tecnico del Bastia Davio Mattoni non ha dubbi:«Il 2015 – risponde – per noi è iniziato così come era finito il 2014». Il concetto è ben rappresentato.«Sapete – continua poi – che non mi piace enfatizzare troppo determinate situazioni, ma non posso fare a meno di dire che abbiamo preso due reti su due palle destinate a terminare fuori. Sono distrazioni che non possiamo permetterci.
La prestazione poi, credo l’abbiate vista tutti, e per la quale faccio un applauso ai miei ragazzi: siamo partiti bene, anche dopo lo svantaggio abbiamo creato un paio di situazioni pericolose ed il nostro portiere non ha fatto una parata. Insomma, non dico che meritavamo assolutamente di vincere, ma un pareggio molto probabilmente avrebbe rispecchiato più fedelmente quello che si è visto in panca».QUI SANSEPOLCRO Su questo è d’accordo anche il tecnico del Sansepolcro Davide Mezzanotti: «Non è stata una bella partita, è stato un incontro maschio, che dal punto di vista tecnico ha detto molto poco. Molto probabilmente in avvio di partita avevamo ancora qualche pezzo di panettone da smaltire, ed infatti con un paio di errori su palla inattiva abbiamo
regalato al Bastia un occasione monumentale ed una rete.Poi siamo stati cinici nello sfruttare le occasioni che ci sono capitate, ed ancor più bravi nel gestire il vantaggio, dimostrando di saper lavorare anche di sciabola, e non solo di fioretto. Si deve essere bravi infatti a vincere anche quando non si è brillanti, e quando magari il risultato più giusto sarebbe un pari, come oggi (ieri, ndr). Questa partita è una tappa importante nel nostro processo di maturazione».
D. MIL.
LE PAGELLE
Vadi, che parata Alagia, assist ok Cibocchi paga il rosso
BASTIA
BRACCALENTI 5: Non convince nel primo gol, dove abbozza l’uscita ma rimane nella “terra di nessuno”.
DE FEO 6: Una fase difensiva essenziale.(10’st SARLI 5.5: Nella mischia del 59′ manca del killer instinct). VILKAITIS 6: Bravo nelle chiusure e nelle palle alte.
CIBOCCHI 5: Non gioca male, ma il più esperto non può farsi espellere in quel modo.
BELLUCCI 4:Nel primo gol si fa aggirare da Alagia,nel secondo causa il rigore con un intervento inutile.
MARCHETTI 5:Corre tanto, ma i cambi di ritmo non se ne vedono.
PINGUE 6: Media tra il 7 del primo tempo ed il 5 della ripresa.
LOCCHI 5: Dalla sua fascia il Bastia non sfonda mai.
COSTANTINO 5.5: Al 1′ Vadi compie il miracolo, ma un’incornata dai cinque metri deve avere un altro esito.
BELLI 7: Il migliore del Bastia, salta l’uomo e crea scompiglio.(25’st MONETI 5.5: Entra e non incide).
BURA 5: Due conclusioni da buone posizioni, ma non inquadra mai la porta.
ALL. MATTONI 6: La sua squadra parte bene, e non sfigura contro una squadra d’alta classifica. Sugli episodi che colpa ha?.
SANSEPOLCRO
VADI 6.5: Con il miracolo del 1′ si guadagna la pagnotta. Per il resto pochi problemi nell’ordinaria amministrazione.
TAVERNELLI 6: Sia a destra che a sinistra si conferma un terzino di sostanza.
GIORNI 6:Dopo lo scioccante avvio, migliora col proseguire del match.(19’ST IOZZIA 6: entra e fa il suo).
GENNARI 6: Come Giorni.
TERSINI 6: Abile sia da terzino che da centrale.
TAVERNELLI 6.5:Una partita di quantità condita dal lancio dell’1-0.
GORINI 6.5: La sua regia è ordinata e pulita.
TAVERNELLI 5: E’ poco incisivo in entrambe le fasi.
ALAGIA 6.5: Un trequartista abile che ha i tempi di inserimento: suo l’assist dell’1-0.(32’st CAPPINI sv).
SORBINI 5: Fa davvero troppo poco.
ESSOUSSI 7.5: Due reti in due conclusioni, ed un rigore guadagnato. Se è vero che per un attaccante contano i numeri…(29’st ANGIOLUCCI 6: come Iozzia).
ALL. MEZZANOTTI: 6.5:La giornata non è delle migliori, ma lui non si vergogna di badare al sodo, e riporta a casa tra importantissimi punti.
Bastia 1 Vivi Altotevere Sansepolcro 2
BASTIA (4-2-3-1): Braccalenti 5; De Feo 6 (10’st Sarli 5), Vilkaitis 6, Cibocchi 5, Bellucci 4; Marchetti
5.5, Pingue 6; Locchi 5, Costantino 5.5, Belli 7 (25’st Moneti 5.5); Bura 5. A disp.: Tajolini, Ciccioli, Mela, Santini,
Abbonizio, Pacillo, Lombardi. All.: Mattoni 6.
VIVI ALTEOTEVERE SANSEPOLCRO (4-3-1-2): Vadi 6.5; Tavernelli 6, Giorni 6 (19’st Iozzia 6),
Gennari 6, Tersini 6; Tavernelli 6.5, Gorini 6.5, Tavernelli 5; Alagia 6.5 (32’st Cappini sv); Sorbini 5, Essoussi 7.5
(29’st Angiolucci 6). All.: Mezzanotti 6.5.
ARBITRO: Stampatori di Macerata 6.
MARCATORI : 2’pt Pingue (B), 23’pt e 29’pt (rig.) Essoussi (S).
NOTE: Espulso al 41’st Cibocchi (B) per gioco duro. Ammoniti: Vilkaitis, Costantino (B), Gorini (S). Spettatori
200 ca. Angoli: 7-4. Rec.: 1’pt, 4’+1′.

Lascia un commento