13 C
Bastia Umbra
8 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

«Bastia, un ritorno a casa»

massimo20cocciari20-20allenatoreSerie D – Il neo tecnico Cocciari: «Ambiente che conosco benissimo, l’ideale per me. Ho telefonato a Magrini. Occhio al Flaminia, sarà tosta»

di SIMONE MAZZUOLI
BASTIA- Come anticipato, a Bastia alla fine Lamberto Magrini è stato sollevato dall’incarico tecnico, Torna Massimo Cacciati in biancorosso, per la terza volta dopo aver sfiorato la vittoria del campionato di Eccellenza nel 2001 e dopo aver vinto i playoff regionali, sempre in Eccellenza, nel 2009 al termine di una straordinaria cavalcata. Cocciari torna in serie D dopo aver guidato la passata stagione in Eccellenza la Subasio fino agli spareggi nazionali play off.
«Sono contento di avere questa opportunità – dice il tecnico – anche se arriva a discapito di un amico come Lamberto. Con lui mi lega un forte legame, abbiamo giocato assieme a Gubbio, le nostre famiglie si conosco e si frequentano. L’ho chiamato e gli ho spiegato la situazione per un dovere di correttezza nei suoi confronti, proprio figlio di questo rapporto. Gli auguro il meglio, del resto la vita di noi allenatori è questa», Prima di Bastia sembrava potesse andare a Ponte San Giovanni. Tanto che domenica era sugli spalti dello stadio degli Ornari…: «Confermo di aver avuto un contatto con la società rossoverde. Per me la Pontevecchio significa tanto, però non c’erano le basi per lavorare in una carta maniera. Non solo Pontevecchio, ma ho avuto un contatto piuttosto approfondito anche con il Gualdo Casacastalda, anche se li la sensazione era che Federico Giunti fosse la prima scelta».
Ancora a Bastia, questa volta volta in serie D…: «Sono contento di arrivare in una piazza dove so di essere bene accetto. L’ambiente mi conosce, io conosco loro e spero di dare il mio contributo per arrivare ai risultati che questa società merita. Del gruppo conosco bene Majella, Arcioni e Marchetti che ho già allenato. Il resto della truppa lo conosco, anche perché il Bastia l’ho seguito un paio di volte in questa stagione. Ora sotto con il lavoro, che è l’unica lingua che conosco in questo mondo». Vi aspetta il Flaminia Civitacastellana nel prossimo turno. L’occasione per tornare a far punti dopo il ko di Foligno…: «Guai a farsi trarre in inganno dalla classifica. I laziali hanno comunque elementi interessanti e validi. Forse hanno qualche problemino, ma noi veniamo da una settimana travagliata, dove in più dovremo spendere del tempo per conoscerci».
Parlando con la società, avete in mente di sfruttare la prossima parentesi di mercato che va ad aprirsi dal primo di dicembre? «Prematuro parlare di questo. Mi pare di aver capito che c’è disponibilità da parte della società di valutare e intervenire se ci sarà l’occasione giusta. Ad oggi non credo sia possibile dire se faremo o no mercato». Che serie D ritrova Massimo Cocciari? «Un campionato estremamente complicato. Ci sono le prime in classifica che hanno veramente un valore importante. Per il resto vedo tanto equilibrio».

Lascia un commento