14.9 C
Bastia Umbra
28 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Nazione

Un mix di farmaci e droga potrebbe aver ucciso Simone

TRAGEDIA DOLORE E RABBIA PER LA MORTE DEL QUARANTADUENNE A BASTIOLA
BASTIA UMBRA — HA DESTATO una forte impressione la morte di Simone, 42enne, stroncato con tutta probabilità da overdose di eroina.

Il corpo ormai esanime dell’uomo è stato trovato martedì mattina nel bagno al piano terra di un affittacamere a Bastiola. Il decesso improvviso di un giovane uomo provoca sempre una certa preoccupazione che per molti bastioli è diventata anche partecipazione perché la vittima era originaria del posto. Nato e cresciuto a Bastia Umbra in una famiglia piuttosto nota. Poi, se ne sono perdute le tracce quando, da alcuni anni, è andato a vivere a Perugia in residenze frequentate da tossicodipendenti. Il suo nome era già noto agli organi di polizia come assuntore di stupefacenti. Il corpo è all’istituto di Medicina legale dell’ospedale Santa Maria della Misericordia dove, su richiesta del magistrato, nelle prossime ore sarà eseguita l’autopsia. Un passaggio necessario per stabilire con certezza le cause della morte, ma anche per rispondere alla necessità di conoscere l’esatta modalità che ha determinato il decesso. L’uomo, infatti, era in cura da anni le strutture dell’azienda sanitaria, e l’ipotesi più probabile è che possa essere stato un micidiale mix tra medicine e stupefacenti. Inquirenti e investigatori, però, devono poter escludere con certezza che non sia stata una dose letale per in modo in cui è stata confezionata la droga a determinare la morte. Tutto dipenderà dall’esito dell’autopsia.
m.s.

Lascia un commento