20.7 C
Bastia Umbra
27 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Attualità

ASSISI – UBRIACHI ALLA GUIDA, TRE DENUNCE DEI CARABINIERI.

Con l’arrivo della bella stagione e l’allentamento delle restrizioni anti-covid19, torna ad aumentare il numero di conducenti che tutti i giorni vengono colti alla guida in stato di ebbrezza alcolica.

Questa settimana i Carabinieri della Compagnia di Assisi hanno denunciato due persone, entrambe sorprese alla guida in stato di evidente ubriachezza. Infatti, un uomo, originario di altra regione ma trasferitosi nella città serafica per lavoro, è stato trovato in stato confusionale all’interno della sua auto, fermo in mezzo alla strada. Trasportato all’Ospedale di Assisi per gli accertamenti, si è scoperto che il suo tasso alcolemico era di 3,11 g/l, e hanno quindi proceduto a ritirargli la patente, a denunciarlo all’Autorità Giudiziaria e a sequestrargli l’automobile.

La seconda invece è una donna, di origini extracomunitarie ma residente a Perugia, a cui i militari hanno ritirato la patente.

Una vicenda simile era già successa la scorsa settimana, quando i militari della Stazione Carabinieri di Torgiano erano intervenuti, su richiesta del 112, a Bastia Umbra, dove, in piena notte, una giovane ventiquattrenne aveva perso il controllo della propria auto ed era uscita di strada. Giunti sul posto i militari avevano notato che la ragazza, rimasta fortunatamente illesa, era chiaramente sotto l’effetto di sostanze alcoliche; alla richiesta di sottoporsi al test la giovane aveva però negato il consenso, e per questo motivo i Carabinieri l’avevano denunciata alla Procura della Repubblica di Perugia.

Dai successivi accertamenti è poi emerso che la ragazza si era messa alla guida nonostante avesse la patente sospesa, perché già un’altra volta era stata colta alla guida in stato di ubriachezza.

 

 

 

21/05/2022

Ten. Colonnello Antonio Morra

Comando Provinciale Carabinieri Perugia          

Comandante del Reparto Operativo

 

 

 

Lascia un commento