18.9 C
Bastia Umbra
6 Ottobre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bettona

Sabato sarà riaperto il tratto di strada di via Col di Lodola che collega Passaggio di Bettona al cimitero

BETTONA, 25 ottobre 2013 – Sabato 26 ottobre sarà riaperto il tratto di strada di via Col di Lodola che collega Passaggio di Bettona al cimitero. Un’operazione resa possibile in quanto nei giorni scorsi sono state effettuate delle opere di messa in sicurezza che risulteranno utili anche per la fase successiva del cantiere per la sistemazione definitiva della strada.
Il Comune di Bettona, infatti, a seguito degli eventi atmosferici del novembre 2012, è stato interessato da numerosi fenomeni di smottamenti, frane ed allagamenti che hanno prodotto notevoli danni alle infrastrutture viarie. Per questo l’Amministrazione comunale, per competenza e sotto il controllo dell’assessore ai lavori pubblici, Stefano Ciuffini, ha prontamente messo in atto gli interventi di messa in sicurezza, nonché i necessari provvedimenti contingibili ed urgenti a tutela dell’incolumità pubblica e privata con il coordinamento del responsabile dell’area tecnica e con l’ausilio del personale dell’ufficio stesso. Oltre a tali provvedimenti è stata, in maniera parallela, avviata una fase di verifica tecnica con produzione di documenti necessari ad individuare le soluzioni strategiche, gli interventi necessari e i relativi costi.
Un iter che è stato valutato positivamente dagli organismi regionali preposti portando, con decreto del Presidente della Giunta Regionale (n. del 15.10.2013, pubblicato sul B.U.R. n. 48 del 23.10.2013), all’assegnazione al Comune di Bettona di un contributo pari a 472.500,00 euro, inserendo il comune stesso tra i primi beneficiari dell’erogazione che ha visto coinvolte 39 amministrazioni. Grazie allla somma messa a disposizione e alla puntiale attività politico – burocratica «siamo nella condizione – dichiara l’assessore Stefano Ciuffini – di poter attivare le procedure per l’appalto dei lavori previsti».

Ufficio Stampa Comune di Bettona

Lascia un commento