30.8 C
Bastia Umbra
14 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bettona

Laboratori didattici alla mostra “Le città di plastica” le costruzioni giocattolo dall'800 ad oggi

Bettona 6 e 21 gennaio 2017 mostra visitabile fino al 29 gennaio 2017

Mattoncini colorati e altri giocattoli sono protagonisti della mostra in corso al museo e alla biblioteca di Bettona. Due divertenti laboratori aspettano i bambini il 6 e il 21 gennaio per immergersi in questo universo tra fantasia e realtà.
COMUNICATO STAMPA
Case, strade, ponti, fattorie, torri, mezzi di trasporto, uomini e animali. La mostra “Le città di plastica” a Bettona è una combinazione di mondi reali e mondi immaginari. Questo particolare universo tra fantasia e realtà, fatto di mattoncini colorati e altri giocattoli, è esposto fino al 29 gennaio presso il Museo della Città di Bettona e la Biblioteca comunale “Madonna del Ponte” di Passaggio di Bettona. Per l’occasione sono stati organizzati laboratori didattici gratuiti, che stanno divertendo i bambini di tutte le età. I prossimi appuntamenti sono venerdì 6 gennaio alle ore 15.30 con “Befana al Museo” e sabato 21 gennaio sempre alle ore 15.30 presso la Biblioteca con “Costruire bene o costruire male”, per costruire una casa antisismica giocattolo.
La partecipazione è consigliata per bambini da 6 a 12 anni, la prenotazione è obbligatoria: tel. 075.987347 – bettona@sistemamuseo.it – www.umbriaterremusei.it
L’esposizione è pensata come uno stimolante e colorato viaggio nella storia dei mattoncini colorati; si possono ammirare diverse tipologie di costruzioni e di altri giochi ad esse correlati: dalle prime scatole della fine dell’800, con pezzi interamente realizzati in legno e rigorosamente a mano, ai più moderni pezzi in ferro e acciaio, fino alle recenti costruzioni industriali in plastica. In questo variegato itinerario storico dei giocattoli, la nostra società si è evoluta ed è cambiato il modo di rappresentarla. E così che la rappresentazione-giocattolo della vita familiare negli anni ’50 e ’60 del secolo scorso (il periodo del cosiddetto boom economico) riflette la crescente modernizzazione del paese con l’ingresso massiccio nelle case dei primi elettrodomestici, mentre nella transizione definitiva da una società prettamente agricola ad una industriale gru, camion, trattori, treni, aerei, automobili sono i nuovi simboli che caratterizzano la costruzione e l’espansione delle città. La reclamizzazione di massa dei nuovi giocattoli fa nascere per la prima volta intere città-giocattolo, quasi non più di legno ma di plastica. Le costruzioni mutano e nel tempo si fanno più complesse, ma ciò che invece rimane invariato è il piacere e il bisogno di creare e costruire con la forza dell’immaginazione sin da piccolissimi.
“Le città di plastica” sta affascinando visitatori grandi e piccoli, innescando il meccanismo virtuoso nel quale i grandi tornano inevitabilmente un po’ bambini e i piccoli si immaginano da grandi. La mostra è ideata da Sistema Museo e Museo del Giocattolo di Perugia, in collaborazione con il Comune di Bettona.
COORDINATE MOSTRA
Orari: Museo della Città (Piazza Cavour 3, Bettona): venerdì, sabato e domenica 10.30-13.00/15.30-18.00. Biblioteca comunale (adiacente Parrocchia “Madonna del Ponte”, Passaggio di Bettona): 6 e 8 gennaio 10.30-12.30/15.30-17.30; 7 gennaio 15.30-17.30
Biglietti: L’ingresso alla Biblioteca comunale è libero; Museo della Città: intero 5 euro; ridotto A 4 euro (+ 65, gruppi sopra 15 unità, studenti universitari); ridotto B 3 euro (7-12 anni; gratuito residenti, bambini fino a 6 anni, disabili con accompagnatore, soci Icom.
04/01/2017
Ufficio Stampa sistema museo

Lascia un commento