25 C
Bastia Umbra
30 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Cultura

Istituto Serafico, La ricerca spalanca le porte della speranza: il testamento solidale fulcro di una società più umana.

Anche in occasione della II Assemblea annuale dell’Ainc, l’Associazione
Italiana dei Notai Cattolici, i ragazzi del Serafico sono stati
protagonisti. Proprio perché l’Ainc come  ha ricordato Francesca Di
Maolo, Presidente del Serafico – sin dalla nascita si è messa accanto ai
nostri ragazzi  impegnandosi concretamente nella difesa della vita più
fragile. Salutando  l’Assemblea la Presidente Di Maolo ha lanciato un
monito sull’importanza del  ruolo sociale del notariato, sollecitando
anche la stessa Ainc a promuovere la cultura del testamento solidale, una
peculiarità che, oltre ad essere un iter per tramandare beni, pone
l’accento sull’importanza dei valori.
Attraverso i testamenti solidali, infatti, si può costruire una società
più umana e più giusta ha sottolineato Di Maolo.  La ricerca, dunque,
spalanca le porte della speranza e in particolare  il Serafico destina i
lasciti di cui è e sarà beneficiario per alimentare la ricerca sulle
neuroscienze . La plasticità del cervello, al centro del metodo Serafico
rappresenta uno degli studi che i nostri ricercatori stanno portando
avanti con passione e dedizione. Studi che dimostrano la complessità e la
capacità cognitiva del nostro cervello, che anche in presenza di un danno
particolarmente grave, se stimolato adeguatamente, riesce a recuperare
numerose funzionalità.
A margine del simposio che ha avuto come leitmotiv la riforma del diritto
di famiglia – dallo scioglimento del vincolo matrimoniale con il divorzio
breve alla necessità di patti prematrimoniali i notai cattolici,
condividendo la mission del Serafico, il diritto di tutti a vivere una
vita piena, hanno accompagnato spiritualmente i ragazzi del Serafico,
svolgendo un cammino by night dalla Porziuncola di Santa Maria degli
Angeli all’Istituto.
17/06/2015
Ufficio Stampa Serafico

Lascia un commento