19 C
Bastia Umbra
23 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Invernalissima numero 37 a segno, già 1.000 iscritti

PODISMO La corsa dell’Aspa Bastia va in scena il 14 dicembre, parte del ricavato andrà alla onlus “Il Giunco”

BASTIA UMBRA – Manca ormai meno di un mese alla trentasettesima edizione dell’Invernalissima, la maratonina ai piedi di Assisi che anche  quest’anno torna per divertire e unire migliaia di atleti e amatori all’insegna dello sport e della solidarietà. La gara si correrà il prossimo 14 dicembre in un percorso competitivo di 21,097 chilometri fra i più suggestivi d’Italia, attraversando i centri storici di Bastia, Santa Maria degli Angeli, Rivotorto e le aree agresti alle pendici di Assisi. Già più di mille le iscrizioni pervenute per la mezza maratona,per iscriversi alla quale c’è tempo fino al 10 dicembre. Al percorso competitivo si affianca anche un itinerario non competitivo da 6,500 metri aperto a tutti.Comeognianno, la manifestazione è organizzata con impegno e dedizione dall’Associazione Sportiva
Podisti Amatori (Aspa) di Bastia,che venerdì sera si è riunita nella sala del monastero delle monache benedettine in via Garibaldi per presentare l’edizione 2014. A fare gli onori di casa il presidente dell’associazione Antonio De Martiis, che ha illustrato tutti i dettagli della manifestazione evidenziandone il crescente successo.”Merito – ha sottolineato De Martiis – di un consiglio direttivo che mi rende fiero e orgoglioso:ègrazie alla passione e competenza del nostro staff che l’Invernalissima, nata nel 1978,cresce di anno in anno attirando migliaia di atleti e amatori da tutta l’Umbria e da più parti d’Italia”. Plauso dal sindaco Stefano Ansideri, che ha rivolto all’Aspa un sentito ringraziamento per una manifestazione che rappresenta una “ricchezza per la città”.Dall’assessore allo sport Filiberto Franchi, inoltre, la proposta di un gemellaggio sportivo con una delle città europee gemelle di Bastia per portare la manifestazione anche al di fuori dei confini nazionali. L’Invernalissima non è tuttavia solo sport e divertimento, ma anche solidarietà: già da qualche edizione, infatti, l’Aspa devolve in beneficenza parte del ricavato delle quote di iscrizione, che quest’anno sarà destinato alla onlus “Il Giunco” impegnata nella costruzione della”Casa di Jonathan”, sorta nel quartiere bastiolo XXV Aprile per accogliere le persone affette da disabilità.”Conquesto gesto -ha sottolineato la presidente de Il Giunco Rosella Aristei – si percepisce la volontà di essere vicini a chi è meno fortunato.Grazie al contributo dell’Aspa speriamo di completare il piano terra in previsione della prossima inaugurazione in primavera.Ora -ha aggiunto -anche ilcuore dell’Invernalissima ora batte per la casa di Jonathan”.

Sara Caponi

Lascia un commento