19.9 C
Bastia Umbra
14 Luglio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Nazione

Il Bastia crolla, è la settima sconfitta

acbastiaEnnesima caduta La formazione guidata da Lombardi resta all’ultimo posto in classifica con zero punti
Nulla da fare in trasferta contro il Ponsacco. Non basta l’impegno: Falchini, Vignali e Granito chiudono la contesa
Ponsacco 3 Bastia 0
FC PONSACCO 1920 (4-3-3): Tognoni, Razzanelli, Bortoletti, Lazzarini, Barsotti, Balleri, Doveri, Del Padrone, Brega(21’st Granito), Vignali(39’st Bartoli), Falchini(32’st Brondi). All. Lazzini
BASTIA 1924 (4-3-1-2): Braccalenti, Ferri(35’st Bura), Belli, Barbetta,Biso(22’st Paparelli) Eramo, Mammoli (29’st Locchi), Marchetti, Pagni, Bagnato, Riccardi All. Lombardi.
Arbitro: Marco Ceccon di Lovere.
Ass. Carnevale e Catallo
Marcatori: 30’pt Falchini, 41’pt Vignali,36’st Granito (r.)
Note: Ammoniti Barsotti, Vignali, Biso, Paparelli, Mammoli. Angoli:6 a 4; Rec.1-2; Spettatori 300 circa.

Ponsacco-E’ EMERSA una sola squadra fra Ponsacco e Bastia, ed è stata quella rossoblù di Lazzini. Le velleità dei bastioli che erano scesi al «Comunale» per cercare di invertire una rotta rovinosa che oggi segna sette sconfitte su altrettante partite è stata subito archiviata alla prima frazione di gioco. Rossoblù con lo schieramento con quattro a difendere, con il pluriruolo Bartoletti, e Razzanelli, Lazzarini e Barsotti davanti a Tognoni. Zona nevralgica in mano a Balleri con il sostegno di Del Padrone e Doveri e tre-punte-tre con Brega e Falchini a ridosso dei difensori del Bastia e Vignali a far la girandola. Biancorossi con Biso a distribuire e coppia di attacco con Riccardi e Pagni, buon duellanti, ma poco assistiti dal suggeritore Bagnato.
DOPO che Vignali aveva messo out la difesa, scaraventando due bordate sinistre a pelo traversa 11’ e 12’ i Bastioli potevano trovare il vantaggio al 23’ quando Tognoni non tratteneva una punizione di Belli complicandosi la vita, con Barsotti a rimediare in angolo.
UN PICCOLO segno di vitalità poi era sempre Ponsacco, con Balleri che svirgolava in area-dischetto al 29’, infine toccava a Falchini al 30’ a castigare gli ospiti dal limite dopo aver allargato la retroguardia. L’impegno dei ragazzi del Bastia non è mancato ma nel rapporto qualità-gioco il confronto non è stato mai in discussione, e la ripresa è stato vivere di rendita per i rossoblu con Vignali che ha dovuto essere atterrato platealmente in area due volte per vedersi assegnato un rigore che il neo entrato Granito a trasformato al 36’.
Una ripartenza promettente per i rossoblu, dopo il black out di Rieti.
Luciano Lombardi

Lascia un commento