14.4 C
Bastia Umbra
21 Aprile 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

AL CACCIAVILLAGE GLI APPASSIONATI SI FANNO SUBITO VEDERE

AMBIENTE Partita alla grande la rassegna in corso all’Umbriafiere fino a domani, oggi tanti appuntamenti

BASTIA UMBRA Partenza alla grande per Caccia Village 2014, la fiera della caccia,pesca e vita all’aria aperta che ha raggiunto livelli altissimi nel giro di poche edizioni. Ieri pomeriggio,pocodopo le 15, la manifestazione è partita in via ufficiale con il taglio del nastro all’ingresso del padiglione
9 di Umbriafiere a Bastia.Le più alte cariche istituzionali hanno presenziato la cerimonia,che ha registrato la partecipazione dei massimi esponenti del mondo venatorio regionale, giornalisti accreditati di stampa specializzata, televisioni e addetti ai lavori.Moltissima la carne al fuoco, con circa 200 stand dedicati all’attività venatoria e alla vita all’aria aperta:dalle aziende produttrici di armi a quelle specializzate nell’abbigliamento e attrezzature tecniche, calzature, agenzie di viaggi, dalle migliori riserve di caccia in Italia e all’ estero fino agli artisti della caccia,vale a dire gli illustratori, scultori,
pittori, appassionati di collezionismo e chi più ne ha più ne metta. La risposta della gente non si è fatta attendere. Sin dalle prime ore di
apertura e per tutto il pomeriggio l’afflusso di pubblico si è rivelato massiccio e continuo, il che fa ben presupporre circa gli obiettivi che
l’organizzazione si è posta per l’edizione 2014 – raggiungere quota 30mila visitatori. Per l’intera durata del fine settimana, vale a dire fino
alle 20 di domani visto che la manifestazione si chiude il 18, tutti gli appassionati potranno immergersi nel loro habitat naturale, conoscendo
e toccando con mano l’offerta vastissima di CacciaVillage. Molte le novità in programma, a cominciare dall’offerta culturale ancor più valida, grazie al coinvolgimento degli uffici di ricerca del mondo venatorio nazionale, degli Ambiti territoriali di caccia umbri e di tanti, tantissimi appassionati pronti ad offrire il proprio contributo allo scopo di arricchire la fiera sotto ogni aspetto. Si parlerà, nel corso dei vari convegni in programma all’Umbriafiere, di trofeistica, di rapporto tra uomo e cane da caccia, dell’utilizzo sul terreno di alcune razze specifiche, dell’evoluzione della cinofilia dal punto di vista tecnico e zootecnico, del progressivo declino di alcune specie di selvaggina nobile stanziale e, per finire, del mitico fucile del centenario:l’Imperiale Montecarlo di Gino Bartali, commissionato alla Franchi direttamente dal pluricampione di ciclismo che, come noto,era un grande appassionato dell’arte venatoria. Si tratta di una doppietta che presenta delle stupende incisioni, realizzate dal maestro Francesco Medici. L’arma, esposta in fiera durante l’intera tre giorni, saràoggetto di un incontro specifico previsto per domenica pomeriggio. Tra gli eventi da segnalare oggi c’è l’esposizione canina amatoriale
per tutte le razze che si svolgerà nel piazzale antistante il centro fieristico.Non mancheranno momenti culturali di prim’ordine,organizzati ecoordinati dal responsabile degli eventi Riccardo Ceccarelli, come anche la consueta esposizione canina che ogni anno richiama centinaia di appassionati da tutta Italia. Per ulteriori informazioni sul programma di Caccia Village 2014 basta consultare il sito internet all’indirizzo: www.cacciavillage.it.

Lascia un commento