13 C
Bastia Umbra
8 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

In scena a Bastia l’omaggio a Jimi Hendrix

QUINTORIGOLa “experience” rivista dai Quintorigo

Questo personalissimo tributo all’idolo mondiale che ha rivoluzionato il rock,apre il cartellone della rassegna all’Esperia

di DANILO NARDONI
Bastia Umbra-Suggestivo ed originale, in perfetto stile Quintorigo, è il meraviglioso tributo che la band dedica a Jimi Hendrix Sta forse nella parola “Experience” la chiave di volta della nuova avventura musicale dei Quintorigo, la formazione italiana che forse più di tutte è cresciuta a pane e sperimentazione. Non solo perché il nome del disco e dell’intero progetto omaggiano volutamente la Jimi Hendri x Experience – nome con il quale il grande chitarrista di Seattle e la sua band si presentarono per la prima volta al pubblico nel 1966 -ma anche perché “Experience”, nel significato di esperienza, è la miglior definizione che si possa dare ad un disco coraggioso, esaltante e pieno di sorprese. I Quintorigo infatti stanno portando dal vivo il loro fantastico progetto “Quintorigo Experience”, tributo a Hendrix pubblicato lo scorso 27 novembre, nel giorno del 70esimo anniversario della sua nascita. E proprio questo concerto/spettacolo aprirà stasera il “Caleidoscopio” del Teatro Esperia di Bastia Umbra, un poliedrico cartellone di teatro, musica e prosa. Le incalzanti note di Hendrix daranno dunque il via alla stagione dell’Esperia, prodotta sotto la direzione artistica dell’Associazione TèAtri (Compagnia Piccolo Nuovo Teatro e Associazione Zona Franca), neogestore dello spazio in collaborazione con il Comune di Bastia Umbra.
Sono quattordici gli spettacoli che compongono il cartellone del “Caleidoscopio”, con un programma variegato che prevede anche alcuni concerti. Tra cui, appunto, anche questo dei Quintorigo, i quali, Torti della loro classicità contaminata e contaminatoria, estraggono dalle canzoni di Hendrix densissimi umori blues, acidità abrasive, slanci sperimentali, ma anche caposaldi storico-sociali come l’esecuzione dell’Inno americano a Woodstock ’69. Tutti brani che possiedono ancora oggi la portata rivoluzionaria di quell’utopia di elettricità, negritudine e sacro fuoco del rock che fu l’Experience hendrixiana.
Figli dello stesso atteggiamento artistico, mostrando rara versatilità e capacità strumentale, permettendosi di shakerare suoni e generi musicali come classico, rock, j azz, punk, reggae, funky, blues, i Quintorigo non potevano esimersi dal compiere questo sentito ed originale tributo al genio dell’artista statunitense.
Il disco raccoglie quattordici tracce dal repertorio della Jimi Hendrix Experience e le rilegge con un inconfondibile linguaggio musicale.

Lascia un commento