15.7 C
Bastia Umbra
10 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

La Casa diJonathan continua a crescere ma ha ancora bisogno di nuovi fondi

Domani sera cena di beneficenza per il progetto

BASTIA UMBRA Accogliere, sostenere e aiutare la crescita di ragazzi disabili,valorizzando le loro potenzialità e rafforzando la loro personalità.
E’ questa la mission della “Casa di Jonathan”(nella foto), il centro di ospitalità e accoglienza che continua a crescere in zona XXV Aprile, dando realizzazione al sogno dell’associazione Il Giunco, nata nel 1996 per sostenere i ragazzi disabili e le loro famiglie. Il progetto della Casa di Jonathan vede impegnata in prima persona la presidente Rosella Aristei alla quale è giunto anche il plauso del sindaco di Assisi Claudio Ricci per “lo straordinario impegno dedicato a edificare la dignità delle persone in difficoltà”.“Il cantiere, ormai in fase avanzata – spiega Aristei – procede speditamente grazie al contributo solidale di istituzioni,associazioni e privati.La casa si articola su tre piani per una superficie complessiva di oltre 1.100 metri quadrati; le varianti al progetto iniziale hanno consentito un ampliamento per fare della casa un centro diurno e di accoglienza con assistenza h24. Il costo complessivo del progetto ammonta a un milione e mezzo e l’attuale valore stimato della casa è di oltre 700mila. Grazie ai molteplici contributi, tuttavia, le spese finora sostenute siaggiranointorno ai 370mila euro”. La macchina di solidarietà per trovare ulteriori fondi continua con molte iniziative; la prossima è la cena di beneficenza organizzata dai priori del Piatto di Sant’Antonio in programma per domani all’hotel Dal Moro.
Sara Caponi

Lascia un commento