12 C
Bastia Umbra
6 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Giornale dell'Umbria

Bastia Umbra: pubblicata la graduatoria dei contributi per le abitazioni in locazione

roscini.bmpPreviste inoltre meno tasse per le case concesse in comodato ai figli

BASTIA UMBRA -Il Comune avvisa i cittadini che è stata pubblicata la graduatoria provvisoria relativa all’assegnazione dei contributi del fondo nazionale per l’accesso alle abitazioni in locazione (secondo quanto previsto dalla Legge 431/98), riferita al bando dell’anno 2013.
La graduatoria è visionabile presso la sede del Comune di Bastia Umbra ed in particolare presso l’Ufficio relazioni con il pubblico oppure consultando il sito web del Municipio www.comune bastian.pg.it, La lista rimarrà consultabile fino al 5 febbraio, data entro la quale i cittadini interessati potranno presentare ricorsi o eventuale richiesta di rettifica del punteggio.
Ma questo non è l’unico aiuto che l’amministrazione prevede per le famiglie.
La Giunta e la maggioranza consiliare sono al lavoro per definire il bilancio preventivo 2014.
«A causa delle incertezze governative riguardanti l’imposta TASI — sottolinea l’assessore al bilancio Roberto Roscini – l’atto subirà, purtroppo, un lieve slittamento rispetto ai tempi di approvazione degli anni precedenti. L’intenzione è quella di approvare il bilancio preventivo prima della metà di febbraio, per poter avviare gli investimenti previsti, il più importante dei quali è la costruzione della nuova scuola di XXV Aprile. Sono allo studio, inoltre, soluzioni per ridurre le imposte comunali sulle abitazioni concesse in uso ai figli e ai genitori».
«Il bilancio 2014 – viene ancora spiegato in un comunicato del Comune di Bastia Umbra – sarà redatto secondo un nuovo schema, in quanto il Comune di Bastia Umbra ha aderito al programma ministeriale di sperimentazione. L’adesione – conclude la nota – a tale programma comporterà una
considerevole riduzione dell’obiettivo del patto di stabilità, stimabile almeno nell’ordine di 600mila curo, con la possibilità di effettuare investimenti, altrimenti inattuabili, per lo stesso importo».

Lascia un commento