15.9 C
Bastia Umbra
26 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Bastia con il cuore da leone Ci pensa Majella dal dischetto

majella2.bmpLa squadra biancorossa ha centrato una preziosa vittoria sul campo ostico del Fiesolecaldine: 1-2
Decisivi i cambi che hanno dato alla compagine un assetto migliore

FIESOLECALDINE (3-5-2): Ivan 6,Chirici 5.5, Triarico 5.5 (7’ st Donadi 6),Ettorre 5.5 (12’ st Sanni 6); Bartolozzi 6, Malquori 6.5, Iaquinandi 5, Cicali 6,Aperuta 6 (22’ st Campus sv); Costa Slaviero 6.5, Contu 6. A disposizione:Squarcialupi , Lunardi , Benvenuti R. ,Chini, Corri, Scala. Allenatore: Carobbi
5,5.
BASTIA (4-3-3): Fulop 7, De Pasquale 6, Stoppini 6, Mattia 6.5,Cossu 6.5; Pierotti sv (21’ Annibaldi 6),Toma 6 (dal 32’ Arcioni sv), Marchetti 6.5; Baccarin 6 (7’ Fabris 6,5) Fontanella 6, Majella 7. A disposizione:Mancioli, Baldinelli, Bellavita, Bizzarri,Pelliccia, Arcioni, De Santis. Allenatore:Magrini 6,5
ARBITRO: Berger di Pinerolo 6,5
RETI: 38’ (autogol) Chirici, 14’ st (rigore) Costa Slaviero, 23′ st (rigore) Majella.
NOTE: la gara si è giocata a porte chiuse. Ammoniti: Ettorre, Cicali,Marchetti, Cossu e De Pasquale per gioco falloso. Angoli: 4-2 in favore del Bastia. Minuti di recupero: 1 e 3.
FIESOLE E’un successo che pesa moltissimo in termini di classifica e che da un ulteriore segnale del bel momento che sta attraversando anche fuori casa il Bastia guidato da Lamberto Magrini, quello che la formazione umbra conquista allo stadio Poggiolone di Fiesolecaldine espugnando il campo, sempre meno terreno amico, degli uomini guidati da Stefano Carobbi. Adecidere l’incontro nel secondo tempo un calcio di rigore a metà frazione realizzato da Majella per fallo in area sullo stesso attaccante del Bastia.Una prova tutta cuore, carattere e volontà quella di Mattia e compagni che passati in vantaggio solo al termine della prima frazione,su autore di Chirici, si sono visti rimettere in carreggiata la partita dai padroni di casa grazie ad un altro rigore,questa volta segnato quasi all’oradi gioco da Costa Slaviero. Decisi come non mai i cambi effettuati a gara in corso da mister Magrini che non solo hanno dato un assetto più equilibrato al centrocampo del Bastia, ma che hanno visto sviluppare sulle fascie una manovra più intensa e decisa. Gli ospiti hanno iniziato la gara aggredendo fin dai primi minuti gli avversari e costruendo un paio di palle gol buone,la prima con una conclusione da fuori area di Marchetti e poi con Majella, su cui si faceva trovare pronto Ivan.Niente più che buona volontà in un Fiesolecaldine che settimana dopo settimana dimostra la poca qualità negli ultimi 25 metri. Serviva però un autorete di Chirici a sbloccare l’incontro, con il Bastia che prima della fine del tempo sprecava un’altra occasione con Baccarin. L’ingresso diFabris per quest’ultimo,con gli umbri che già avevano visto sostituito Pierotti al 21’, dava un segnale di svolta che consentiva alla formazione di Magrini di rendersi più ficcante nella zona intorno all’area di rigore avversaria. Donadi però metteva in difficoltà il Bastia e così arrivava il rigore di Costa Slaviero che faceva si che il punteggio tornasse in parità. Ma era un’illusione per il Fiesolecaldine visto che Majella, su calcio di rigore, si confermava bomber della propria squadra ed uno dei terminali offensivi più importanti del girone,consegnando poi la partita ad un finale in cui protagonista era il portiere Fulop decisivo prima su Aperuta e Bartolozzi.Il Bastia dunque torna da Fiesole con una vittoria importante sia sotto l’aspetto della condizione psicologica che soprattutto sotto quello della classifica.
I tre punti conquistati in trasferta danno serenità all’ambiente e permettono di guardare con maggiore entusiasmo ai prossimi appuntamenti.

SPOGLIATOIO
Magrini: “Volontà e cattiveria, bene così”
Secondo il tecnico la squadra può crescere ancora: “Cancellare i cali di tensione”

FIESOLE-“Una vittoria in campo esterno è sempre importante ma oggi ho visto volontà e quel pizzico di cattiveria in più che era forse mancata in altre circostanze. Sono contento,stasera possiamo anche festeggiare ma non abbassiamo la guardia anche perchè c’è tanto da migliorare, specie certi cali di tensione,come nella fase del momentaneo pareggio del Fiesole Caldine. In altre circostanze potremmo pagare a caro prezzo distrazioni così”.E’ un’analisi a tutto tondo quella che fa il tecnico Lamberto Magrini della prestazione del suo Bastia,vincitore in campo esterno sul terreno dei toscani guidati da Stefano Carobbi,successo che consente alla formazione umbra di rimanere aggrappata,con merito,alla parte alta di classifica.“Settimana dopo settimana dobbiamo far crescere la nostra autostima e senza le prestazioni, non arrivano i risultati, questo mi ha insegnato il calcio – ha aggiunto Lamberto Magrini – Oggi venivamo sul campo di una squadra bisognosa di punti eppure abbiamo approcciato bene il match, anche se non sempre con la giusta cattiveria in fase realizzativa. Dopo questo successo, credo ampiamente meritato, dobbiamo calarci nella mentalità che solo con il lavoro ed il sacrificio,visto anche il gruppo molto giovane di cui è composta la nostra rosa, possiamo fare un campionato di prestigio, togliendoci le giuste soddisfazioni. Sono felice per l’ennesimo gol di Majella ma lui per primo sa che i suoi risultati sono frutto del lavoro serio dello spogliatoio e dell’unita’ di intenti nel centrare gli obiettivi prefissi. Ancora non ha fatto e non abbiamo fatto niente,visto quanto è lungo il torneo”.

Lascia un commento