19.4 C
Bastia Umbra
25 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Barista mette in fuga il rapinatore

Aiutato da una dipendente l’uomo è riuscito a disarmare un sudamericano col coltello

di Flavia Pagliochini
BASTIA UMBRA – Una nuova rapina, questa volta sventata, nel tratto della Centrale Umbra che scorre tra la città serafica e Bastia: le persone prese di mira (che hanno sventato il colpo in prima persona) sono i titolari della Cometa, noto posto di ristoro di Ospedalicchio di Bastia Umbra che è dotato di un bar tabaccheria aperto ventiquattro ore su ventiquattro;sul fatto indagano i carabinieri della compagnia di Assisi, guidati dal maggiore Marco Sivori. Secondo una prima ricostruzione fatta dai militari sentendo i testimoni, era all’incirca l’alba di ieri quando un uomo col volto coperto da un passamontagna, di carnagione olivastra e con uno spiccato accento sudamericano è entrato nel locale andando velocemente verso la cassa e minacciando i presenti con un coltello gridando “Ovi levate di mezzo o vi ammazzo tutti”. Nel locale c’è anche una collega, una ragazza che non ci pensa due volte neanche lei: aiuta il figlio del titolare a disarmare il bandito. C’è una colluttazione e in qualche modo,in quei pochi istanti di follia, il coltello cade e viene allontanato. I due giovani riescono a sopraffarlo, lo tengono fermo mentre lui scalcia e si dimena. Per qualche istante,secondo il racconto dei baristi, i due riescono anche ad infilargli una busta in testa, forse nel tentativo di disorientare il ladro e riuscire a bloccarlo definitivamente.Ma a quel punto ad avere la meglio è la forza bruta del rapinatore, che dimenandosi riesce a liberarsi dalla stretta dei due baristi e a fuggire via,con un’auto che potrebbe essere stata rubata. La tentata rapina è stata comunque ripresa dalle telecamere del bar/ristorante, le cui immagini sono ora state acquisite dai militari per cercare elementi utili.
Si tratta della terza rapina in pochi giorni per l’assisano/bastiolo: a fine ottobre il precedente a poche decine di metri di distanza dalla Cometa, quando un uomo ha puntato una pistola alla tempia del benzinaio della stazione di servizio Total Erg di Bastia Umbra: secondo la ricostruzione della vittima, un uomo a bordo di un’utilitaria ha chiesto che gli venisse fatto il pieno e mentre il benzinaio stava lavorando alle pompe, è arrivato un complice che gli ha puntato la pistola alla testa facendosi consegnare i due mila euro. Qualche giornofa,invece, la rapina ai danni della farmacia comunale di Santa Maria degli Angeli,con un uomo (giovane e del posto, secondo le testimonianze)che, armato di coltello,
intorno alle sette di sera,ha fatto irruzione nell’attività facendosi consegnare un migliaio di euro, l’incasso della giornata. Pare proprio che l’area dell’assisate bastiolo,messo sotto i potenti riflettori dei media, con la visita di papa Francesco,adesso sia diventata punto di riferimento pure per i ladri. La paura cresce, la sorveglianze c’è,ma gli uomini delle forze dell’ordine non riescono davvero ad essere dappertutto ed assicurare una soverglianza costante in ogni luogo.

Lascia un commento