20.6 C
Bastia Umbra
28 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Il Deruta non muore mai E’ 2-2 in zona… Tomassini

Serie D Di Majella (a quota 5 reti) e Fontanella le firme sul momentaneo 1-2: gioia durata 4 minuti

Nel recupero il biancazzurro raggiunge il Bastia su calcio di rigore

DERUTA: Zenga 5, Sgambato 6, Tinca 6, Loiodice 6 (28’ st Antonelli sv), Eramo 6, Pilleri 6.5 Gesuele 6, Calcagni 6, Lepri 6 (7’ st Tomassini 6) Ventanni 6 (22’ st Berradi 6), Pacalau 6. (A disp. Laloni,Mariani, Sacchetti, Gigli Piccioni,Bellucci). All. Mattoni 6
BASTIA: Mancioli 6, Pierotti 6, Stoppini 6, Arcioni 6, Cossu 6.5, Annibaldi 6.5,Toma 6, Marchetti 6 (20’ st Mattia 6),Pelliccia 6 (15’ Fabris 6), De Santis 6,Majella 6.5 (28’ st Fontanella sv). All.Magrini 6
ARBITRO: Degli Esposti di Bologna 5
(assistenti:Tazzioli e Melchiorri di Modena)
RETI: 13’ pt Ventanni (rig.), 24’ pt Majella, 41’ st Fontanella (rig.), 45’Tomassini (rig.)
di Giuseppe Martini
DERUTA -Finisce con un pareggio il recupero della quinta giornata di campionato, 2-2 il risultato finale scaturito al termine di una gara abbastanza bruttina tra due squadre bloccate dalla paura di perdere. Il Bastia infatti era reduce dalla pesante sconfitta interna con l’Ostia Mare mentre il Deruta proveniva dalla sconfitta dalla sconfitta di Arezzo che relegava la quadra all’ultimo posto della classifica. Bastia con il 4-4-2 che si presentava con alcune novità rispetto alla gara di domenica scorsa con dentro Annibaldi, uno dei migliori in campo, e con Pelliccia favorito a Fontanella in avanti. Deruta con il 3-5-2 presentava il rientrante Tinca in difesa e con Lepri in avanti a far coppia con Gesuele.Partita subito interessante e vivace con un tiro dell’ex Majella fuori di poco,mentre il Deruta provava a replicare senza arrivare al tiro in porta.Al 13’Lepri dalla destra sguscia tra due avversari Pierotti cerca di fermarlo,l’attaccante cade aterra per l’arbitro è rigore che Ventanni trasforma. Passano due minuti e i locali hanno la possibilità di raddoppiare quando un tiro di Ventanni deviato da Gesuele finisce di poco sul fondo. Il Bastia prova a reagire ma trova diverse difficoltà ad arrivare al tiro in porta, fino al 24’ quando dal vertice dell’area Majella pareggia liberandosi per il tiro che Zenga non riesce a trattener.
Prima della fine del tempo ancora un tiro e una punizione di Majella che scheggia la traversa. Alla ripresa del gioco Mattoni inserisce Tomassini al posto di Lepri per aver un maggior peso specifico in avanti ma la squadra nonriesce ugualmentea creare occasioni, così come fa anche il Bastia che nel giro di pochi minuti inserisce Fabris,Mattia e Fontanella al posto di Pelliccia, Marchetti e Majella. Mentre il Deruta risponde con Berradi al posto
Ventanni e Antonelli a quello di Loiodice. Si arriva al 36’quandoil bastiolo Toma fallisce un’occasione veramente ghiotta per ribaltare il risultato.
Risultato che comunque viene ribaltato al 41’ quando l’arbitro per un contrasto in area tra Eramo e Fontanella decreta il penalty per gli ospiti che lo stesso Fontanella trasforma.A quel punto il Deruta si riversa in avanti alla ricerca del pari che ottiene al 45’grazie ad un calcio di rigore trasformato da Tomassini e concesso per un fallo di un difensore ospite ai danni di Gesuele. Nei minuti di recupero i padroni di casa provano a ribaltare il risultato ma,pur premendo a pieno organico,non trovano la chance giusta dalle parti di Mancioli,anche perché il Bastia si difende con le unghie e con i denti per portare un prezioso pareggio che alla fine è anche il risultato più giusto.
Classifica Foligno 16, Pianese 16, Pistoiese 14, Colligiana 13,Arezzo 11, Fiesolecaldine 9, Voluntas Spoleto 9, Ostia Mare 9, Jolly Montemurlo 9,
Scandicci 7, Sansepolcro 7,Trestina 7, Bastia 5, Gualdo Casacastalda 5, Flaminia 4,Pontevecchio 4, Narnese 3,Deruta 2.

AGLINI.bmpSPOGLIATOI
Sfrappa: “Risultato giusto, arbitro scarso”

Il grande ex Aglini è chiaro: “Siamo due squadre in difficoltà, bene così”

DERUTA-Negli spogliatoi a fine gara animi abbastanza distesi da una parte e dall’altra, consci sia gli uni che gli altri di averle provate tutte per vincere questo derby. Nello spogliatoio bastiolo per tutti parla il diesse nonché ex Doriano Aglini: “Credo che il risultato sia giusto, il Deruta ha fatto maggior possesso di palla ma il Bastia ha avuto più occasioni.Rimane comunque il rammarico che a quattro minuti dalla fine eravamo riusciti a passare in vantaggio e invece non siamo stati capaci di mantenerlo.Come si è potuto vedere, siamo due squadre in difficoltà in questo momento,quindi c’è da aspettarsi grosse cose. Noi eravamo reduci da una pesante e per certi versi sfortunata partita per cui era importante non perdere, ci siamo riusciti ma ancora dobbiamo lavorare molto per raggiungere un standard decente”. Dall’altra parte dello spogliatoio si fa avanti l’altro diesse Domenico Sfrappa: “Gara dal risultato giusto, primo tempo meglio noi nel quale eravamo riusciti ad andare in vantaggio ma poi una nostra ingenuità ha portato al loro pareggio.Nel secondo tempo meglio loro, sono apparsi un po’ più concreti di noi, forse noi cerchiamo sempre di giocare al calcio di fioretto ma certe volte occorre essere più cattivi,in senso sportivo, forse converrebbe giocare un po’meno bene magari alla fine potremmo commentare altri risultati. Per finire vorrei dire due paroline sull’arbitraggio: mi pare che questo arbitro alla fine con la sua conduzione abbia scontentato entrambi fischiando quando non c’era bisogno e lasciando correre quando doveva fischiare:Uno degli abitri più scarsi che abbia visto in questi ultimi tempi”.

Lascia un commento