19.4 C
Bastia Umbra
25 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

All’ex Franchi bollette da meno di 10 euro al mese

Ecoquartiere FRANCHI (1)La stima è di Confindustria. A “Insula emissioni zero” riscaldamento, aria condizionata e acqua calda non saranno un problema

BASTIA UMBRA Menodidieci euro al mese per il riscaldamento,l’aria condizionata e la produzione di acqua calda, per un appartamento di 80 metri quadrati. Sarà questauna delle caratteristiche più innovative dell’ecoquartiere “Insula emissioni zero” di Bastia Umbra, il complesso residenziale e di servizi che nascerà nell’ex area industriale delle Officine Franchi grazie a un intervento misto pubblico-privato. La stima è di Confindustria. L’operazione coinvolgerà numerosi partner e sarà attuato in più fasi. La prima parte dei lavori partirà all’inizio del 2014 e vedrà la realizzazione di un misto di molteplici funzioni tipiche di un tessuto urbano moderno:abitazioni, negozi di vicinato,
supermercato, servizi privati, adeguate dotazioni territoriali, piste ciclabili e pedonali e un parco lungo il fiume Chiascio. L’Ecoquartiere – dalla progettazione, al finanziamento fino alla fase attuativa – è stato presentato nei giorni scorsi in occasione della manifestazione Klimahouse Umbria durante un convegno cui hanno partecipato alcuni esperti e che è stata l’occasione per sottolineare gli aspetti più innovativi di questo intervento.In particolare Gianfranco Ortica,geometra che ha partecipato alla progettazione, ha raccontato nel dettaglio la storia di come è nata questa opportunità,mentre Moreno Tiberi di Gallano costruzioni srl, ha illustrato tutti gli aspetti legati alle tecniche di costruzione che permettono un notevole risparmio in termini di energia e di dispersione del calore e che consentono di classificare gli edifici il classeA. L’intero fabbisogno energetico termico ed elettrico degli edifici è soddisfatto da impianti a energia rinnovabile. L’architetto Virna Venerucci ha parlato di come è stato portato avanti lo studio ambientale del quartiere e infine Claudio Costantini, consigliere delegato della società Focus gestioni Sgr spa, ha spiegato il meccanismo economico dell’intervento, ringraziando la proprietà per aver fortemente creduto e voluto che il progetto prendesse forma concreta.
Al convegno anche il sindaco Stefano Ansideri, l’assessore Francesco Fratellini e l’economista Valentino Piana.

Lascia un commento