23 C
Bastia Umbra
14 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

Il Sindaco Ricci sulla visita di Papa Francesco: >


Il Sindaco di Assisi Claudio Ricci esprime profonda gratitudine al Santo Padre Papa Francesco e a coloro che hanno consentito questa storica visita in occasione della festa di San Francesco Patrono d’Italia, in particolare gratitudine al Vescovo di Assisi Mons. Domenico Sorrentino e al Vescovo di Perugia Mons. Gualtiero Bassetti presidente della Conferenza Episcopale Umbra.
La visita papale sarà un lungo pellegrinaggio fra i luoghi francescani di Assisi per rimettere di fronte a tutti noi i valori di San Francesco e la necessità di andare incontro sempre agli ultimi, includendo le persone nel dialogo con lo spirito di un una comunità in cammino. Certamente la visita del 4 ottobre 2013 sarà una visita storica per Assisi, per l’Umbria e per il Mondo e rappresenterà per tutti noi una “nuova eredità” che Papa Francesco ci porterà e di cui dovremmo essere, dopo la visita, testimoni con il nostro esempio nelle istituzioni e nella società.
Sul piano organizzativo cercheremo di assicurare la migliore accoglienza possibile, alla più ampia quantità di persone: vi saranno luoghi di Assisi, ove si svolgeranno incontri o celebrazioni, per entrare nei quali occorrerà prenotarsi (sito Internet della Diocesi con rimando informativo nel sito Internet del Comune). L’accesso sarà invece libero lungo gli itinerari (percorsi), durante tutta la giornata, per accogliere il maggior numero di persone affinché tutti possano vedere, almeno lungo i percorsi, il Santo Padre (ci saranno anche schermi multimediali). Per questo stiamo predisponendo un piano di logistica, servizi e accoglienza che include una grande quantità di parcheggi arrivati nei quali si potranno avere le informazioni per raggiungere i luoghi o gli itinerari di Papa Francesco.
Ci stiamo preparando da molti mesi a questa visita e ci aspettano settimane di grande lavoro sperando di poter contare sulla ampia collaborazione di tutte le istituzioni, e componenti socio economiche e culturali dell’Umbria che, lo ricordiamo, sarà la Regione che offrirà l’olio per la lampada votiva che terrà accesa la fiamma della speranza francescana per tutto il prossimo anno (Foto, il logo preliminare della visita in Assisi).

 

02/09/2013

Ufficio Stampa Comune di Assisi

Lascia un commento