19.4 C
Bastia Umbra
25 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Fontanella e Baccarin gol E il Bastia ritrova il sorriso

magriCoppa Italia Una rete per tempo basta agli uomini di Magrini per passare ai sedicesimi del 16 ottobre

Sconfitto 2-0 il Deruta con buone prove dei nuovi De Pasquale e Toma

BASTIA (4-3-1-2): Mosca 6,5; De Pasquale 6,5, Pierotti 6,5, Cossù 6,Stoppini 6,5; Toma 6,5 (34’st Bellavita sv), Arcioni 7, De Santis 7; Fabris 6,5 (22’st Baldinelli 6); Majella 6,5,Fontanella 7 (24’st Baccarin 6,5). All.Magrini 6,5
DERUTA ( 3-5-2) : Laloni 6; Eramo 6,5,Fiorucci 6 (11’st Gesuele 6), Pilleri 6,5; Mariani 6,6, Antonelli 6 (28’st Ventanni 6), Scarabattoli 5,5, Calcagni 6, Tardetti 6 (11’st Tinca 6); Tomassini 6,5,Berradi 6. All. Mattoni 6
ARBITRO: Marchetti di Ostia 6 (Yoshikama- Affronti)
RETI: 27’pt Fontanella; 32’st Baccarin
NOTE: Espulso. Scarabattoli, Ammoniti:Stoppini, Berradi, Mariani. Angoli 8-6 per il Deruta. Spettatori 200. Rec.1’pt, 4’st.
BASTIA UMBRA-L’atmosfera della Coppa Italia, evidentemente fa bene al Bastia che mette alle spalle tutte le sue difficoltà, liquidando 2-0 un tenace Deruta, proseguendo cosi il cammino su questa prestigiosa manifestazione.A fine gara buone indicazioni per i tecnici Magrini e Mattoni. Bravo e audace, il tecnico derutese quando nel secondo tempo pur in inferiorità numerica,ha modificato l’assetto con gli ingressi di Tinca, Gesuele e Ventanni e solo un grande intervento di Mosca, ha impedito la rete del pareggio all’ex Tomassini. Il Bastia, ha disputato complessivamente una buona gara,ma in alcuni momenti la squadra è sembrata compiacersi e priva della indispensabile concretezza.Questo eccessivo “narcisismo” potrebbe risultare letale alcomplesso diMagrini, visto e conosciuto l’agonismo del campionato, rispetto a quello di Coppa.Molto positivii due giovani De Pasquale e Toma, come Arcioni e De Santis. Gli occhi della gente però, erano tutti puntati sull’accoppiata Majella-Fontanella finalmente all’opera: ebbene i due attaccanti bastioli non hanno tradito le attese.Dopo una conclusione di Calcagni, Fontanella per due volte ha tentato la via della rete. Nella prima opportunità ha indugiato troppo, mentre nella seconda è stato anticipato da Eramo. Al terzo tentativo però, l’ex bomber della Sarnese, ha sbloccato il risultato con un preciso diagonale sfruttando un ottimo lavoro di preparazione proprio di Majella. Nel secondo tempo sempre Fontanella al 1’mandava alto e al 7’Laloni
con l’aiuto della traversa gli negava il raddoppio. Altra traversa colpita dal Bastia al 23’Majella in buona posizione vedeva la sua conclusione stamparsi sul montante. Al 29’ bravissimo Tomassini a deviare inporta con un pregevole colpo di tacco ma altrettanto bravo Mosca a respingere con un ottimo riflesso.Lo scampato pericolo, scuoteva il Bastia che al 32’ chiudeva la gara con Baccarin da poco entrato, abile nel deviare sottomisura un invito di
Toma. La partita viveva altre due emozioni nellaprimaGesuele non aveva fortuna dopo un pregevole pallonetto e prima dello scadere ancora Mosca, impediva all’avanzato Eramo di dimezzare lo svantaggio del Deruta che esce dal campo dopo il triplice fischio finale pur sconfitta a testa alta dopo una prestazione più che generosa. Ampi consensi anche per questo rinnovato Bastia.
Leonello Carloni

SPOGLIATOIO

Mattoni: “Siamo depressi Domenica c’è già un bivio” Magrini: “Che coppia davanti”

BASTIA UMBRA-Subito disponibile come sempre il tecnico ospite Davio Mattoni. “L’espulsione alla fine del primo tempo ci ha ancora di più complicato la vita. In questo momento giocare un tempo in inferiorità numerica è un lusso che non ci possiamo permettere. Questa partita ci doveva servire per risollevare un pochino il morale ma vedo che siamo giustamente tutti depressi. Speriamo che questa dura salita finisca al più presto. Domenica ci attende una gara difficile, forse siamo già ad uno dei bivi stagionali”. Sorridente, finalmente, anche Lamberto Magrini. “Al di là del risultato, questa gara mi è servita per vedere in azione la coppia di attaccanti che ho in testa fin dal primo giorno di preparazione e anche se siamo mancati troppe volte sotto rete, entrambi mi hanno soddisfatto. Come sono contento di poter contare anche su chi prima di questo match non ha avuto spazio. Sono convinto di avere fra le mani un bel gruppo di bravissimi ragazzi”. Soddisfatto anche il diggi Doriano Aglini: “Vincere fa sempre bene, abbiamo una vasta rosa giocatori e la Coppa è il giusto palcoscenico per chi la domenica è costretto ad andare in panchina”.
Leo.Carl.

Lascia un commento