20.3 C
Bastia Umbra
25 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Con gli inchini di Majella scatta il vero Bastia

majella2.bmpBrillano anche i giovani nella prima vittoria stagionale della squadra di Magrini: su tutti Toma e De Santis-Il bomber all’esordio ha firmato una doppietta ed esultato con i Mad Boys

di Leonello Carloni
BASTIA UMBRA- Si è risvegliato sereno e disteso il popolo biancorosso di Bastia dopo la sofferta,ma per certi versi bellissima vittoria ottenuta contro l’ostico Scandicci. Tutti i presenti,hanno ancora davanti ai loro occhi le scene di esultanza e i successivi “inchini” del tanto atteso, Nunzio Majella. Grazie infatti alla sua doppietta il bomber campano,ha preso per mano la squadra,conducendola sotto lo striscione del traguardo.Ma oltre a essere un implacabile cannoniere, Majella,si è confermato un uomo di parola. Proprio su questo colonne, già aveva anticipato quanto puntualmente, è avvenuto. “Appena segno, andrò a festeggiare con i nostri tifosi”. Questa sua promessa,è stata mantenuta e adesso tutta Bastia, sportiva,si coccola Majella e tutti i suoi compagni di squadra. In verità però,dopo il pesante scivolone nella gara inaugurale di Pistoia e la successiva sconfitta interna con la Colligiana in pochi, avrebbero scommesso in questa escalation che la squadra sta compiendo. A Narni la stessa,dimostrò di avere, carattere,la stessa cosa si è notata nel match contro la compagine toscana. Tutto questo, perché, nella rosa a disposizione di Magrini, vi figurano un vasto numero di giovani giocatori di buon livello, scovati dall’esperto manager di Sant’Angelo di Celle che risponde al nome di Doriano Aglini. Nel corso dell’ultima gara, si è ritagliato una bella figura il poderoso centrocampista, Klisman Toma, classe ‘94. Già nel corso della sfida di Narni,la sua esuberanza destò una favorevole impressione nella tifoseria. Contro lo Scandicci la sua disinvolta prestazione lo ha portato ad essere sempre nel vivo dell’azione e soprattutto di cercare la porta avversaria con conclusioni dalla media distanza tutte pericolose.Inoltre è piaciuta tantissimo la solita generosa partita del bravissimo Josef De Santis. Un giocatore, questo,già dopo poche partite in credito con la sfortuna,che gli ha negato la rete del pareggio contro la Colligiana, prodezza del portiere ospite. Domenica, invece, la traversa gli ha impedito di esultare ma per un giocatore di tale temperamento, certamente questo particolare momento sfortunato, verrà superato di slancio e cosi anche De Santis, oltre ai consensi,raccoglierà copiosi applausi da tutta la tifoseria.E domenica caccia al bis di successi per la formazione di Magrini: trasferta a Deruta per un derby che mette in palio punti pesanti. Il Bastia adesso non vuole fermarsi,con un Majella in attacco in più poi tutto è più facile.

Lascia un commento