12.6 C
Bastia Umbra
4 Dicembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Bastia-Deruta, ecco il derby E’ scoccata l’ora di Majella

acbastiaCoppa Italia Magrini ha Ciccioli acciaccato: “Non sottovaluteremo la competizione”. Fontanella davanti

di Leonello Carloni e Giuseppe Martini
BASTIA UMBRA – Appaiate al momento in fondo alla classifica, Bastia e Derutaoggi si giocheranno con inizio alle 15 il passaggio ai 16esimi di Coppa Italia. Un incontro che sia Davio Mattoni che Lamberto Magrini avrebbero desiderato che si disputasse in un altro periodo più tranquillo entrambe le loro squadre. “Nonostante tutto, noi delBastianon sottovaluteremo questo prestigioso impegno – precisa Magrini -.Come in tutte le gare, anche in questa mi aspetto le giuste risposte dai miei ragazzi”.
Proprio per questi motivi l’allenatore del Bastia attuerà una misurata alternanza fra i suoi giocatori a disposizione.
Per la prima volta, se si eccettua lo scampolo di gara sempre di Coppa con il Trestina,a guidare l’attacco dei biancorossi, ci sarà il tanto atteso Nunzio Majella, che sarà affiancata dal bravo Mario Fontanella. Troverà certamente spazio, oltre ai due ultimi arrivati,ildifensore DePasquale e il centrocampistaToma, ancheil sempre utile Paolo Arcioni a cui Magrini affiderà le chiavi del centrocampo.Andranno in panchina invece, chi come Mattia, Marchetti,Baccarin,Pierotti e Palavisini, hanno sempre giocato. Forti dubbi sull’utilizzo di Ciccioli ancora acciaccato.Qui Deruta I trentaduesimi di finale di coppa Italia pongono di fronte due squadre accumunate dallo stesso destino in campionato, vale a dire due compagini reduce da due sconfitte. La squadra azzurra, che nel primo turno si è sbarazzata della Voluntas Spoleto, è intenzionata a voler proseguire il cammino perché superare un turno di coppa può servire a caricare il
morale, acquisire prestigio e dare la possibilità di giocare a quei calciatori che hanno giocato di meno. Per questo il tecnico Mattoni non schiererà il “Deruta 2” ma manderà in campo una formazione idonea a giocarsi il passaggio del turno. Il tecnico derutese lo ha detto chiaramente, vuole una squadra viva che sappia sacrificarsie riesca acorrere per tutti i novanta minuti se si vuol tentare di passare il turno. Il modulo dovrebbe essere il solito 3-4-1-2 con in porta il giovane Zenga che bene si è comportato domenica scorsa.Ladifesa a tre dovrebbe essere composta, partendo da destra, da Tinca, Eramo e Pilleri;in mediana Loiodice e Calcagni mentre esterni Tardetti a destra e Pacalau a sinistra con Ventanni che dovrebbe giocare dietro le punte Gesuele e Tomassini che appare preferito a Berradi.Prestigioso ex di questa sfida oltre ai vari Stoppini, Majella e Ciccioli, è il diggì dei biancorossi Doriano Aglini.
Regolamento Anche per questo turno la formula è quella della gara unica e i calci di rigore in caso di parità al 90’.
Così in campo

BASTIA (4-3-1-2):Mosca;De Pasquale, Ciccioli (Annibaldi), R.Cossu, Stoppini; Toma, Arcioni, De Santis; Fabris;Majella,Fontanella.All.Magrini
DERUTA (3-4-1-2): Zenga;Tinca,Eramo, Pilleri;Tardetti, Loiodice, Calcagni, Pacalau;Ventanni;Gesuele, S.Tomassini. All.Mattoni.
ARBITRO: Matteo Marchetti di Ostia

Lascia un commento