30.8 C
Bastia Umbra
14 Agosto 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Taglio dei pioppi tra il sopralluogo e la proposta di piantare nuovi alberi

Domani Forestale, Provincia e Comune sul Chiascio. I 5 stelle vogliono piantumazioni per ogni nato

BASTIA UMBRA Dovrebbe svolgersi domattina il sopralluogo della Forestale, insieme a Provincia di Perugia e Comune, per fare chiarezza sulla vicenda dei pioppi tagliati lungo le sponde del Chiascio al percorso verde; al momento non sono escluse possibili denunce per reati ambientali e di infrazione al regime idraulico, sia a carico dei proprietari che hanno disposto l’intervento, sia dell’impresa che ha eseguito gli abbattimenti nella fascia di rispetto del fiume.
E intanto dal locale Movimento 5 Stelle arriva una proposta per “riparare”, nel lungo periodo, al danno fatto,ma anche per rendere più verde la città: “Abbiamo presentato alla giunta la richiesta che il Comune di Bastia Umbra adotti l’iniziativa ‘Un albero ogni nuovo nato’ – scrivono i grillini bastioli -Ricordiamo che esiste una legge che obbliga i comuni sopra i 15 mila abitanti a piantare un albero per ogni bambino registrato all’anagrafe o adottato”. Ovviamente dovranno essere individuati dei terreni pubblici per l’attuazione del progetto. Gli attivisti del M5S propongono di “festeggiare” anche a Bastia la giornata nazionale degli alberi, il 21 novembre.
“Chiediamo sin da ora di valutare anche la zona del percorso verde tra Villaggio XXV Aprile e le poste che ha recentemente subito uno sconsiderato abbattimento degli alberi, trasformandolo in un ambiente desolato, togliendone indiscutibilmente valore. Sarebbe poi opportuno che vengano annualmente censiti e classificati gli alberi piantati, tenendone traccia ufficiale e fruibilità dei dati ai cittadini che hanno usufruito dell’iniziativa e che vengano censiti gli alberi monumentali della città, trasmettendo poi alla Regione l’elenco in modo che poi possano essere redatti gli elenchi regionali da comunicare al corpo forestale dello Stato”.
Fla.Pag.

Lascia un commento