6.8 C
Bastia Umbra
30 Novembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi

Assisi: si conclude lo sciopero della fame e della sete per sostenere il Corso di Laurea sul Turismo

Assisi, 14 agosto 2013: si é concluso lo sciopero della fame e della sete, durato 12 ore come previsto, per dire no alla chiusura del corso di laurea in economia del turismo (il primo ad essere nato in Italia, con molti iscritti – oltre 64 al primo anno e in crescita potenziale sino a 100 – in un settore in forte sviluppo come turismo e cultura).
Con il Sindaco Claudio Ricci molte persone hanno fatto, presso la sede dell’Università in Santa Maria degli Angeli, lo sciopero della fame e della sete ed altre hanno “emulato il gesto” in diversi luoghi dell’Umbria (come documentato durante la giornata). Piccoli mancamenti, durante la giornata, ma le condizioni di tutti i partecipanti sono buone.
I dati: 30 anni fa nasceva il Centro Italiano di Studi sul Turismo (CST), il primo in Italia e con una biblioteca dotata di 10.000 libri, 300 tipi diversi di riviste e molti supporti multimediali. 20 anni fa nasceva il Corso di Laurea che, negli anni, ha formato oltre 2.000 persone che oggi ricoprono ruoli manageriali importanti, sia in Italia che all’estero.
Questa esperienza formativa sul turismo, modello per molte altre realtà, “non può essere chiusa” in una Regione e in Paese che devono puntare su cultura e turismo. Il nostro impegno proseguirà per tutelare questo valore nazionale (Fotogramma, Servizio TV TGR Umbria).
Grazie a Tutti e a Tutte le Testate Giornalistiche/Televisive per la Cortese Attenzione Riservata.

 

Ufficio Stampa Comune di Assisi

Lascia un commento