31 C
Bastia Umbra
27 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Ansideri “serve” il rimpasto e assegna nuove deleghe alla Renzini e a Fortebracci

ansideriE’ il quarto riassetto nel corso della legislatura

BASTIA UMBRA Gli assessori Fabrizia Renzini e Marco Fortebracci sono titolari di nuove deleghe. E’ di ieri, infatti, il provvedimento con cui il sindaco Stefano Ansideri (nella foto)ha proceduto al quarto riassetto di questa legislatura(dopo quello di giugno 2011 conl’ingresso di Fortebracci, di maggio 2012 con le dimissioni diMasci e l’ingresso di Renzini, e di settembre 2012 successivo al licenziamento di Livieri) ridistribuendo gli incarichi appartenuti all’ex vicesindaco Rosella Aristei. Fabrizia Renzini, già titolare delle deleghe alcommercio e alla sicurezza urbana, d’ora in poi si occuperà anche di cultura, gemellaggi
e pari opportunità. A Marco Fortebracci, assessore allo sport, alla comunicazione e ai servizi demografici,va invece la delega all’istruzione e alle politiche scolastiche. Una decisione, quella di Ansideri, che era nell’aria già da tempo e che, sottolinea una nota del Comune “ha riscosso il favore di tutta la giunta e della maggioranza”. “La rinnovata stima ne imiei confronti – commenta Fabrizia Renzini – è cosa gradita, con l’auspicio di poter fare bene anche nel settore della cultura ottimizzando le poche risorse a disposizione e puntando non sulla quantità ma sulla qualità dell’offerta culturale. Cercheremo inoltre di creare nuove sinergie con il settore commercio di cui sono titolare, sperimentando una inedita comunanza di intenti”. Fortebracci, invece, già vicepresidente del consiglio di circolo, è al lavoro da giorni sul settore scolastico in vista della definizione del progetto della nuova scuola di XXV Aprile. “Abbiamo già avuto un incontro preliminare con il progettista – spiega Fortebracci – per definire il progetto per la scuola, che stiamo
sviluppando in via definitiva di pari passo con il piano San Marco” appena adottato in giunta e sulla strada verso l’approvazione definitiva.
Sara Caponi

Lascia un commento