20.2 C
Bastia Umbra
26 Giugno 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

Al Bastia solo gli applausi I punti vanno alla Viterbese

trilliniIl cambio di allenatore incide per il momento sul piano della manovra, ma non ancora del risultato

Vegnaduzzo trasforma un assist di Pero Nullo e i biancorossi cadono: 0-1

BASTIA (3-5-1-1): Biscarini 6.5; Testa 6,Occhipinti 6, Bigi 6; Mariani 6, Oresti 6,Marchetti 6.5 (29’ st Galli sv); Fabris 6(32’ st Colosimo sv) Lo Nardo 6.5; Sedivec
sv (12’ pt Battistelli 6); Urbanelli 6.5. All.Trillini 6
VITERBESE (4-4-2): Riommi 7; Ugolini 6.5, Ibojo 7, Pollini 6, D’Alessio 6;Gnignera 6. 5( 14’ st Ciogli 6), Travaglione 6 (14’ st Pero Nullo 7), Giannone 6.5,
Gubinelli 6; Vegnaduzzo 6.5, La Porta 6.5 (42’ st Fapperdue sv). All. Farris 6,5
ARBITRO: Marcolin di Schio 6 (Tribelli-Peruzzetto)
RETE: 21’ st Vegnaduzzo
di Leonello Carloni
BASTIA UMBRA – Un guizzo del nuovo entrato Pero Nullo, concretizzato da un assestato colpo di testa di Vegnaduzzo,ha permesso alla Viterbese di riprendersi fuori casa i punti che spreca sul terreno amico. Mastica amaro, invece, il Bastia che anche soffrendo in alcune fasi, era riuscito a tenere a bada la quotata formazione ospite, grazie aun atteggiamento mai rinunciatario.Il nuovo tecnico Sauro Trillini ha disegnato per l’occasione un’altra squadra molto più equilibrata e coperta a centrocampo, con il generoso Urbanelli chiamato da solo a tenere impegnata la difesa ospite.Quando però, al 14’ della ripresa,Farris ha mutato l’assetto inserendo contemporaneamente Ciogli e Pero Nullo al posto di Travaglione e Gnignera. i suoi ragazzi hanno trovato e costruito l’azione che ha poi spaccato il match.
Dopo quattro miunuti il Bastia ha conLoNardola possibilità di sbloccare la gara ma il tiro dell’ex falchetto sfiora la traversa con Riommi ormai fuori causa. Al 12’, Sedivec,colpito duro al ginocchio alza bandiera bianca e lascia il posto a Battistelli. Sono però gli
ospiti a salire in cattedra:l’ottimo La Porta serve Vegnaduzzo ma la sua conclusione viene parata in due tempi da Biscarini. Tre minuti dopo è La Porta a mandare il pallone vicino alla base del palo con un forte diagonale. Alla mezz’ora Giannone direttamente su calcio di punizione sfiora l’incrocio dei pali.
Il Bastia, sempre attento e corto sul terreno di gioco al 42’ sfiora il vantaggio: Battistelli in posizione defilata impegna severamente Riommi.
Nel secondo tempo sono ancora i ragazzi di Trillini con Urbanelli a chiamare alla parata Riommi. Non vedendo sbocchi per la sua manovra,Farris, si giocale carte Ciogli e Pero Nullo e l’ex spoletino al 21’ serve su un piatto d’argento un pallone a Vegnaduzzo che lo stesso spedisce di testa alle spalle di Biscarini. Il Bastia prima accusail colpo poi però reagisce e al 35’ costruisce con Battistelli la grande occasione del pareggio.Urbanelli però,da distanza ravvicinata si vede respingere anche questa volta con i piedi la sua botta destinata in fondo al sacco e sulla ribattuta Colosimo frettolosamente calcia fuori.
Capovolgimento di fronte e Gubinelli si vede respingerela sua conclusione da Biscarini,Occhipinti poi allontana la minaccia, Prima del fischio finale ancora Colosimo arriva in ritardo per deviare in porta un invito di Oresti.Finisce cosi con i giocatori ospiti a festeggiare con i propri sostenitori mentre il Bastia esce fra
gli appalusi.

SPOGLIATOIO

Aglini impreca alla mala sorte Trillini assicura: “Lavoreremo e ci rimboccheremo le maniche”

BASTIA UMBRA La delusione nonostantela generosa prestazione è facilmente visibile sui volti dei dirigenti bastioli. “Non abbiamo fatto gol quando ci è capitatal’occasione – commenta il direttore generale Aglini – ma la squadra è viva e vedrete che presto un po’ di fortuna ci darà una mano”.
Molto disponibile il neo tecnico Sauro Trillini: “Oltre che per il risultato mi dispiace per i ragazzi che ho visto
molto demoralizzati nello spogliatoio; abbiamo incontrato una grossa squadra e devo dire che abbiamo tenuto il campo anche abbastanza bene per lunghi tratti. Ci conosciamo da pochi giorni ma ho visto nei ragazzi tanta voglia di tirarsi fuori da questa pericolosa situazione. Il nostro impegno non verrà mai meno, ci rimboccheremo le maniche e speriamo tutti insieme di invertire questa rotta”.
Diverso invece l’umore in casa ospite. Con Massimiliano Farris sotto la doccia, è toccato a Maurizio Manfra riassumere le sensazione di questa importante vittoria:“Sono tre punti che ci permettono di restare attaccati alle squadre di vertice e di staccare di molto le squadre che al momento ci rincorrono. I nostri giocatori sono venuti a capo di una partita contro una buona squadra che ho visto in salute e non allo sbando come mi era stato riferito”.
leo.car.

Lascia un commento