15.9 C
Bastia Umbra
26 Settembre 2022
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Corriere dell'Umbria

“La nuova viabilità porterà diversi problemi alla circolazione”

Il Pd contro le due rotonde in corso di completamento tra via Roma e via Firenze: “Manderanno in tilt il traffico”
BASTIA UMBRA La nuova viabilità in corso di completamento tra via Roma e via Firenze, dove due nuove rotatorie regoleranno un nuovo flusso viario tutto da sperimentare, potrebbe causare la formazione di code mandando in tilt il traffico cittadino.

Ne è convinto il Pd che sabato scorso, in una conferenza stampa, ha manifestato dubbi e perplessità in merito alla riqualificazione della viabilità nel tratto di via Firenze che va dall’incrocio con via della Rocca a quello con via Roma e via Veneto e al recupero ambientale dei giardini della Rocca.Presenti il segretario comunale Vannio Brozzi, il segretario di circolo Rita di Pasquale e i consiglieri comunali Mirco Casagrande ed Erigo Pecci.A preoccupare non è solo “il prolungamento dei tempi di chiusura del cantiere e conseguentemente dei tempi di consegna delle opere pubbliche e il connesso disagio alla viabilità, sia perla cittadinanza, sia per le attività economiche”. Planimetrie alla mano, infatti, i democratici hanno illustrato come, a seguito della realizzazione delle due rotatorie, si formeranno due punti di intersezione oggi non presenti che potrebbero originare code in via Firenze e in via Veneto. Con il ripristino del doppio senso di circolazione in via Firenze, inoltre, “alla chiusura del passaggio a livello il traffico in direzione Santa Lucia e di ritorno per l’accesso alla piazza potrebbe rimanere bloccato”, senza contare che l’accesso alla piazza, cuore commerciale della città, “risulterà fortemente limitato”. Rilevando infine

che “l’attuale viabilità per 12 anni ha garantito pochi incidenti e un flusso regolare e scorrevole del traffico nel centro storico”,il Pd si chiede in base a quali elementila giunta abbia proceduto alla modifica viaria e se, forse, non fosse più opportuno realizzare prima il sottopasso di via Firenze, “più importante per la viabilità della città”.
Sa. Ca.

Lascia un commento