16.1 C
Bastia Umbra
17 Aprile 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

Perché il Comune non ha fatto subito un sopralluogo presso l’ex Hotel la Villa?

BASTIA UMBRA Questa è la domanda che pone l’Intergruppo Forza Italia e Bastia Popolare considerato che l’ex  Hotel La Villa a Bastiola, pare, sarà destinato a centro di accoglienza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale.

La procedura per l’affidamento dei servizi di gestione di centri di accoglienza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale in centri collettivi di accoglienza con capienza massima fino a 50 posti prevede che il richiedente, al momento della presentazione dell’offerta, dichiari, sotto la propria responsabilità, che la struttura che intende utilizzare per l’erogazione dei servizi di accoglienza sia agibile, con idonea destinazione d’uso, in possesso delle prescritte certificazioni igienico-sanitarie, conformi alla vigente normativa in materia residenziale, urbanistica ed edilizia, nonché a quella in materia di impiantistica, di antinfortunistica, di prevenzione incendi e di sicurezza, tutela della salute, prevenzione e protezione sui luoghi di lavoro.

 

L’immobile in questione è rimasto inutilizzato per oltre otto anni. Durante tale periodo è stato oggetto di numerosi atti vandalici oltre a furti di materiali ivi comprese molte componenti impiantistiche. Per quanto sopra è lecito chiedersi se la struttura abbia conservato i requisiti di agibilità. Si ricorda in proposito che l’agibilità presuppone non solo la conformità urbanistica ed edilizia sotto tutti i profili, ma anche la sussistenza delle «condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, valutate secondo quanto dispone la normativa vigente».

 

I cittadini hanno potuto notare che presso la struttura in questione da tempo sono in corso lavori edili di cui non si conosce la loro catalogazione e né la loro consistenza. Di tutta questa situazione, a nostro parere, la cosa più imbarazzante è il silenzio assordante del comune che di fronte alla preoccupazione dei cittadini della zona di Bastiola non ha ritenuto necessario predisporre i necessari accertamenti per verificare se la tipologia dei lavori in corso richiedesse un qualsiasi titolo abilitativo.

 

05/03/2024

I Gruppi consiliari Forza Italia – Bastia Popolare

 

Lascia un commento