24.1 C
Bastia Umbra
22 Luglio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Economia

Inaugurato Expo Tecnocom, subito boom di presenze al centro Umbriafiere di Bastia Umbra.

Ad Umbriafiere di Bastia Umbra inaugurata Expo Tecnocom, la fiera dedicata  ai professionisti dell’Horeca, settore trainante per l’economia umbra e non solo.

Al taglio del nastro della 18esima edizione è stata evidenziata la presenza di molte eccellenze anche non umbre: come unica fiera B2B del Centro Italia  ha infatti attirato l’attenzione di aziende provenienti da fuori regione.

Avviate le prime masterclass con “In cucina con le piante grasse”  e i primi cooking show con “La valorizzazione dei prodotti tipici locali”.

Fino al 7 febbraio quindi, tra stand (prodotti e servizi essenziali per il comparto degli hotel, ristoranti, bar e catering), eventi e momenti formativi, una grande opportunità per i professionisti del settore di confrontarsi e scambiarsi esperienze.

 

BASTIA UMBRA – Ristorazione ed enogastronomia, hotel ed accoglienza sono i comparti più trainanti per il turismo e più in generale per l’economia dell’Umbria e per questo vanno sostenuti con appuntamenti di qualità rivolti agli operatori professionisti del settore. È quanto è emerso domenica 4 febbraio durante il taglio del nastro, alla presenza di organizzatori e istituzioni, della 18esima edizione dell’evento biennale Expo Tecnocom, ideato e organizzato da Epta Confcommercio Umbria, e in programma fino a mercoledì 7 febbraio 2024 al centro fieristico Umbriafiere di Bastia Umbra.

 

All’avvio della kermesse professionale dedicata al settore dei pubblici esercizi, delle attività ricettive e dell’arte bianca, in una parola sola all’Horeca (Hotel-Restaurant-Cafè o Catering), sono intervenuti Aldo Amoni, presidente Epta Confcommercio, Roberto Morroni, vicepresidente della Regione Umbria, Paola Lungarotti, sindaco di Bastia Umbra, Stefano Ansideri, presidente di Umbriafiere, e Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio dell’Umbria e di Confcommercio Umbria.

Ad Expo Tecnocom, ha spiegato Aldo Amoni, “si trova tutto quello che può servire per dormire e per mangiare grazie ad aziende, tutte eccellenze, provenienti anche da fuori dell’Umbria”. “C’è sempre più consapevolezza – ha aggiunto Amoni – che questo evento, dopo il Sigep di Rimini, è quello in cui le imprese del settore Horeca possono trovare, come unica fiera B2B del Centro Italia, tutto quello che occorre per lo sviluppo del proprio business e di conseguenza per ampliare e migliorare le potenzialità e gli orizzonti. Ci siamo impegnati a fondo quest’anno per l’organizzazione visti i risultati ottenuti dal turismo in Umbria, per una edizione che consentirà di far diventare l’evento sempre più un punto di riferimento per tutta l’attività horeca”.

Quello che è ormai considerato come il vero “expo” di Umbriafiere, accogliendo tutte le attività del settore Horeca (hotel, ristoranti, pizzerie, enoteche, pub, bar, gelaterie, pasticcerie, catering e attività ricreative), è quindi rivolto sì agli addetti ai lavori ma è aperto a tutti i curiosi.

“Questa non è una semplice fiera ma un incubatore di opportunità” ha ribadito il vicepresidente della Regione Roberto Morroni, per poi aggiungere: “Un momento di incontro per un settore, quello dell’Horeca, vitale dell’economia nazionale e anche del Centro Italia, oggi al centro di innumerevoli sollecitazioni da parte di chi ama girare e viaggiare per alimentare un altro settore come quello del turismo. Su questo fronte c’è un impegno forte che la Regione da quattro anni sta portando avanti per una sorta di ‘Rinascimento’ dell’identità dell’Umbria vista non più come territorio marginale ma con una identità chiara e distintiva e che deve diventare quindi sempre più baricentro per l’Horeca”.

Morroni ha infine ricordato che Umbriafiere sarà oggetto di un potenziamento importante. Aspetto questo sottolineato anche dal presidente Stefano Ansideri: “Renderemo il centro fieristico ancora più bello e funzionale per farlo diventare ancora di più la vetrina di tutti i settori economici. Ed uno degli eventi maggiori di Umbriafiere è proprio Expo Tecnocom, manifestazione biennale e ha importanza fondamentale nel settore Horeca. Abbiamo messo a disposizione tutti gli spazi e i servizi richiesti e sono certo che il risultato sarà maggiore di quello degli anni passati anche vedendo come Epta ha lavorato per la sua organizzazione”.

“Il valore del centro fieristico cresce – ha proseguito il sindaco Paola Lungarotti – anche per la presenza a Bastia Umbra di fiere di grande qualità. Come amministrazione scegliamo eventi che ci permettono di poter essere ancora più propositivi e innovativi a dimostrazione del fatto che c’è la volontà di promuovere quella rete che rende l’ente locale al servizio della comunità”.

A parlare di una qualità degli espositori che si è “affinata” negli anni è stato infine il presidente della Camera di Commercio Giorgio Mencaroni che poi ha dichiarato: “La concretezza di questo evento è quella di essere tarato sulle imprese, perché fortemente orientato alle loro necessità. Dobbiamo essere vicini alle imprese perché se queste fioriscono e crescono è un successo per la nostra economia. Spesso rimaniamo piccoli, come dimensioni e offerta, e il contesto che troviamo qua ad Expo Tecnocom invece è fondamentale per far conoscere le imprese ma anche per farle collaborare e aggregare. Solo così possiamo crescere come regione”.

All’inaugurazione di Expo Tecnocom si è rimarcato quindi lo sviluppo di un settore che cresce e che è collegato strettamente allo sviluppo del turismo. Sotto i riflettori pertanto, durante i quattro giorni di evento, c’è un settore strategico per una regione come l’Umbria e che, soprattutto per il rilancio postcovid, ha rappresentato un elemento di sollievo importante per il tessuto economico regionale.

Momento di confronto dedicato agli operatori del settore ma ha interesse generale per tutto quello che propone a livello di innovazione, nuove tecnologie, tecniche e nuove esperienze-tendenze che si stanno vivendo in questi contesti.

Materie prime, arredamento da interno ed esterno, impianti, attrezzature, macchinari, complementi e tanto altro, per dare una svolta al locale o all’attività, distribuiti in 4 padiglioni, per un totale di 16.000 metri quadrati, tre macroaree tematiche (Food, Equipment e Contract) e oltre 300 stand.

Expo Tecnocom non è solo esposizione, ma anche un calendario di eventi con un ricco programma di talk e workshop in collaborazione con le associazioni della filiera che tracceranno gli scenari e le opportunità future del settore.

Domenica 4 febbraio la partenza è stata con la Masterclass dello Chef Vittorio Ottavi dal titolo “In cucina con le piante grasse”: a salire in cattedra è stata La Clarice, start-up con sede a Cannara che da anni fornisce i migliori ristoranti e chef stellati d’Italia con piante ed erbe esclusive. Grazie all’orto più “stellato” d’Italia, che si occupa di coltivazione e studio di erbe rare per l’alta ristorazione, si è potuto scoprire come utilizzare le piante grasse per dare vita a deliziosi piatti gourmet. Sempre nell’area eventi ha fatto seguito, il pomeriggio, anche un cooking show, “La valorizzazione dei prodotti tipici locali”, a cura di Promocamera Umbria con lo Chef Paolo Trippini.

Lunedì 5 febbraio, alle ore 9, sarà il turno del “3° Trofeo della pizza” a cura di Molino sul Clitunno. La competizione, con nuovi premi in palio e una nuova giuria, è quindi pronta a decretare il nuovo maestro della pizza.

Altri appuntamenti saranno focalizzati su temi cruciali come la sostenibilità nella filiera alimentare e la digitalizzazione nel settore alberghiero e della ristorazione. Da segnalare per martedì 6 febbraio, la masterclass “Dac e Molino Casillo: l’origine del futuro” a cura di Gruppo Dac (ore 10.30): si potranno scoprire le tecniche nell’impasto e nella preparazione, per rivoluzionare l’arte della pizza, con le farine del Molino Casillo e i prodotti selezionati da Dac Pizza Lab Gruppo DAC – Eccellenza per la Ristorazione. A seguire, “Zero Sprechi nella Filiera del Cibo” a cura di Confcommercio Umbria e Regusto (ore 15) e “C’è sempre più Gustum in Umbria” a cura di Confcommercio Umbria e Università dei Sapori, Gal Media Valle del Tevere (ore 17). Verrà così presentato il progetto Gustum Umbria: 45 tra agriturismi, ristoranti e negozi di prodotti tipici si fanno portavoce del “buon vivere umbro”, valorizzando la cultura tradizionale del territorio, a tavola e non solo. Per l’occasione, l’evento sarà arricchito da uno showcooking a cura di Marino Marini, chef e storico gastronomico.

Infine, mercoledì 7 febbraio, “Dac Meat Lab” a cura di Gruppo Dac (ore 10.30) per scoprire l’arte della carne: un’esperienza unica per i professionisti del settore, con la dimostrazione di tecniche avanzate di cottura e di valorizzazione delle migliori carni, dall’Europa all’Uruguay, selezionate da Dac Meat Lab. Nuove idee anche per valorizzare i propri menù. “Check-up digitale hotel e ristorante: 6 aspetti da verificare” a cura di “Slope” (ore 11.30), chiuderà gli appuntamenti del programma: un seminario rivolto sia ad attività alberghiere/ristoranti che vogliono migliorare e controllare la propria presenza online. Durante il workshop, verranno analizzati 6 aspetti da tenere sotto controllo per monitorare la propria presenza online, tra cui: sito web, call to action, report di conversione, comunicazione consistente nei diversi canali e reputazione.

Oltre agli eventi ufficiali sarà interessante seguire tutti quegli espositori che organizzeranno momenti formativi, workshop, dimostrazioni e show cooking nei loro spazi dedicati.

 

Orari e info: da domenica 4 a martedì 6 febbraio, dalle ore 9 alle 19, mercoledì 7 febbraio, dalle ore 9 alle 17. Sito ufficiale dell’evento: https://www.expo-tecnocom.it/

 

04/02/2024

UFFICIO STAMPA

Danilo Nardoni

Alessandro Corinti

pomodoroproduzioni

Epta S.r.l. Socio Unico Confcommercio Umbria

Lascia un commento