24.1 C
Bastia Umbra
22 Luglio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra

Bastia Umbra – Fatti di cronaca legati alla violenza sui minori.

La violenza nei confronti di bambine,  bambini e adolescenti è un fenomeno doloroso, una delle più grosse vergogne dell’essere umano.   Per contrastare l’abuso in ogni sua forma un primo passo importante è che gli adulti, che hanno l’incarico di proteggere i bambini,  genitori,  insegnanti, professionisti della cura,   organizzino dei sistemi di prevenzione e tutela. L’esistenza di una comunità forte in grado di offrire servizi capaci di promuovere attività di sensibilizzazione e supporto alle famiglie è fondamentale. Una rete sociale forte, unita,  che  ponga attenzione alla condizione dei minori. Per questa ragione da anni si lavora in collaborazione con le scuole e con le agenzie educative per promuovere sistemi di tutela e aiuto anche  nelle comunità sportive,   promuovendo attività di sostegno attraverso laboratori di formazione sulla genitorialità positiva e consapevole.  L’anno scorso abbiamo realizzato  incontri anche  all’interno degli asili nido comunali mentre  quest’anno sono stati promossi nelle  scuole primarie  del territorio. Partiamo dal principio che un modo per lavorare sulla prevenzione  vuol dire sostenere chi si prende cura dei bambini, delle bambine, degli adolescenti  per condividere modalità educative e di cura improntate al rispetto e alla non violenza. Azioni incisive, complesse e  concrete, ricordiamo che i servizi attivi del Settore Politiche Sociali come il Punto d’Ascolto Antiviolenza di Bastia Umbra,  sono porte aperte per allontanare dalla solitudine  che ogni tipo di violenza  crea, sono una mano tesa per i giovani, per le famiglie, per prevenire ed aiutare ogni forma di disagio. I rapporti di collaborazione con gli istituti scolastici del territorio forniscono un significativo elemento di informazione e formazioni con l’attivazione di percorsi e laboratori tematici.  Fare rete  è proprio questo, vivere in una comunità dove i servizi sono aiuto e ascolto, gli assistenti sociali,   i professionisti, le professioniste,  i volontari, le volontarie  sono al servizio della collettività,  di chi è più debole e fragile. Con i Patti educativi di comunità il  Comune di Bastia Umbra sensibile alle dinamiche educative e alla valorizzazione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza ha promosso una  collaborazione, con la rete territoriale per dare voce a tutti i bambini e le bambine,  agli adolescenti, nessuno escluso.  Un atto di responsabilità, di cittadinanza attiva verso i giovani, le famiglie e tutto il territorio.
La costituzione del Tavolo Comunale Pari opportunità contribuisce a  promuovere azioni sostenibili contro la violenza di genere e a incrementare buone pratiche di comportamento sociale e relazionale.

E’ un atto di civiltà e cultura creare servizi, lottare contro il mostro del sopruso e della violenza in ogni sua forma per garantire un futuro sereno alle nuove generazioni.

Di seguito i recapiti:

Punto d’Ascolto antiviolenza Tel 327 684 6430 per fissare un colloquio!

– Bastia Umbra –  venerdì dalle 16.30 alle 18.30 in via Cesare Battisti 16

Tel 3316529215 WhatsApp 327 684 6430

Chiamate di Emergenza H 24 numero Nazionale antiviolenza 1522

Settore servizi alla Persona e Politiche Scolastiche del Comune di Bastia Umbra  075 8018220- 331- 287-286

15/02/2024

L’Assessore alle Politiche Sociali e Scolastiche Daniela Brunelli

Ufficio Stampa Comune di Bastia Umbra

 

Lascia un commento