10 C
Bastia Umbra
28 Febbraio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Bastia Umbra Politica

Civica per Bastia sul Bilancio Preventivo 2024-2026

Il consiglio comunale nell’ultima seduta del 2023 ha trattato il bilancio preventivo 2024 – 2026. Deludenti le motivazioni a giustificazioni delle scelte fatte dall’amministrazione Lungarotti che hanno comportato il voto contrario dei consiglieri del movimento Civica per Bastia. Un bilancio che poggia su Entrate di parte corrente importanti, circa 24,3 milioni di euro , in linea con l’anno precedente, e non appare pertanto giustificata la PRUDENZA più volte richiamata nel corso della trattazione da parte dell’assessore Morettini. Non ci sono stati aumenti di tasse anche perché l’aumento dell’Imu è di appena sei mesi fa e ,se questo si era reso necessario per mantenere i servizi , si ritiene che nel 2024 questa preoccupazione non doveva esserci. Altra riflessione riguarda la Tari , al momento invariata , che nel corso del 2024 dovrà tener conto e , pertanto vedremo le  tariffe in aumento , del costo dell’investimento delle ecoisole visto che ,anche in questo caso, non sono stati intercettati contributi del PNRR.  Il probabile aumento degli interessi, che comunque sarà modico nel suo importo sia per il suo andamento futuro sia per la presenza di altre spese in diminuzione che già sono certe come l’accantonamento per il fondo crediti non esigibili, non può giustificare i tagli alla manutenzione delle strade o alla manutenzione del verde  , ( ricordiamoci la tempesta perfetta del 2023 con la quasi totalità delle aree verdi risultata impraticabile per l’erba alta a seguito, non solo della pioggia, ma del taglio delle relative risorse di manutenzione  ) .

 Ci si lamenta dell’aumento delle spese energetiche (lamentela non comprensibile visto l’attuale andamento dei relativi costi) ma non sono  previsti concreti interventi per efficientare la pubblica illuminazione nella sua totalità e ridurre, conseguentemente, i costi di gestione. Scarsissima attenzione per l’ambiente e le politiche sulle energie alternative e per la sicurezza .

 Sul lato degli investimenti si preannunciano nel 2024 investimenti per oltre 7 milioni di euro ma la realtà è che gli interventi indicati sono per la quasi totalità con un livello di progettazione preliminare e, pertanto, per il 2024 ,si parlerà solo di progetti e nessuna concreta realizzazione. Sono solo due gli interventi con progettazione esecutiva che si spera saranno avviati: la palestra della Scuola Media e la sistemazione dei locali della Rocca. Per la palestra della scuola media inagibile dal lontano 2016, si vuole evidenzia la assoluta mancanza di tempestività di questa amministrazione che a fronte di una situazione drammatica degli spazi sportivi, anziché velocizzare l’intervento avendo a disposizione circa 1.300.000,00 € di avanzo libero ha voluto a tutti i costi aspettare ulteriori forme di contribuzione per colmare i circa 300.000,00 € di risorse necessarie per completare l’intervento.

E evidente ,quindi ,che a fronte delle tante risorse disponibili , manca una concreta scelta sulle priorità ed ancora sul metodo , poiché anziché sbandierare i 7 milioni di investimento (pura campagna elettorale) sarebbe bene che questa amministrazione si avviasse a CONCLUDERE i lavori già avviati ed ancora lasciati drammaticamente appesi, tra tutti la Palestra XXV Aprile , il collegamento Pressostruttura San Lorenzo, il Parco Acquatico , la riqualificazione di Via San Francesco e Via Giontella , la riqualificazione Palazzetto dello sport, lo Spazio rione Moncioveta , lo Spazio rione Portella , la Riqualificazione Piazza Mazzini, la Riqualificazione  di Via Roma. Non dimentichiamo la grave situazione , tra l’altro più volte già segnalata in questi ultimi anni , della disponibilità alle Associazioni sportive tra le tante si ricorda che il Volley Bastia è costretto a disputare le partite di campionato nella Palestra di Pierantonio nel Comune di Umbertide.

Dopo la seduta Consiliare del 29 dicembre si conferma una Giunta Comunale che attribuisce  alla burocrazia ed alle sventure  i ritardi o l’inconsistenza della propria azione amministrativa ,concentrata nei propri slogan …. Noi siamo seri … Noi siamo presenti … Da un problema una opportunità …

Pare piuttosto che sia ora di scendere dal piedistallo e chiedere alla comunità se Bastia è davvero come viene descritta nell’ultimo slogan ….adeguata , rigenerata , efficiente , inclusiva e rigenerata.

E , tra i buoni propositi , per questo nuovo anno rinnoviamo al Sindaco l’invito ad abbandonare questo modo anche astioso di gestire le numerose criticità, come se ci fosse sempre un torto subito anziché un errore commesso, non rispondendo mai nel merito dei fatti ma sviando cercando di attaccare chi pone delle questioni per la città senza mai entrare nel merito dei FATTI e  delle scelte POLITICHE .

04/01/2023

Le consigliere Catia Degli Esposti e Jessica Migliorati

Civica per Bastia

Lascia un commento