21.8 C
Bastia Umbra
17 Giugno 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Cultura

Inaugurate le mostre di Spello, Magione e Bastia Umbra dedicate a Bevenuto Crispoldi. Prossima tappa: Foligno, il 28 dicembre.

Le iniziative legate a Benvenuto Crispoldi. Tra arte e rivoluzione da Spello all’Europa. Un nostos attraverso i Comuni di Bastia Umbra, Foligno e Magione, progetto volto alla scoperta della poliedrica figura del pittore, scultore, erudito, politico e sindaco del Comune di Spello a cento anni dalla sua morte, hanno preso avvio a Spello, luogo di nascita di Crispoldi.

Lo scorso 16 dicembre, nella Sala dell’Editto del Palazzo Comunale, si è tenuto il convegno di apertura moderato dall’assessore alla Cultura del Comune di Spello Irene Falcinelli, durante il quale, dopo i saluti da parte dei rappresentanti dei Comuni coinvolti nel progetto – sono intervenuti Stelvio Catena, Massimo Duranti, Antonio Luna, Antonella Pesola, Andrea Baffoni e Domenico Cialfi per contestualizzare la figura di Crispoldi non solo nel suo rapporto con le correnti artistiche e politiche, ma anche nella particolare congiuntura storica in cui si trovò a operare e a vivere.

Durante la giornata sono state poi inaugurate le mostre tematiche ospitate nelle sale del Palazzo Comunale; in particolare:

 

  • La Spello di Benvenuto Crispoldi – Fotografie tra Otto e Novecento nella Sala dell’Editto, a cura del Circolo Cine Foto Amatori Hispellum in collaborazione con il GAL Valle Umbra e Sibillini.
  • Benvenuto, dal pensiero alla via dell’espressione dell’anima – Le immagini nascoste, nella sala dell’Editto, insieme con la proiezione del video dal titolo Se volete fare colpo studiate la mia storia, a cura dell’I.C. G. Ferraris.
  • La mostra antologica Benvenuto Crispoldi e gli amici futuristi, nelle sale Espositive, al II piano del Palazzo Comunale.

Sono state poi effettuate delle visite guidate nei luoghi del Crispoldi e alle sue case private, grazie all’apertura straordinaria concessa degli attuali proprietari.

È stato possibile ammirare luoghi ricchi di storia e dalla straordinaria bellezza, tra cui il Monumento ai Caduti nell’Atrio del Palazzo Comunale, la Chiesa di San Lorenzo, la Chiesa di Sant’Andrea, la casa del Sig. Antonio Rossi (casa Salmareggi) e la casa del Sig. Peter Heilbron (casa Bocci).

 

Le mostre di Spello saranno visitabili:

DICEMBRE 2023

Giorni di apertura: 23, 26

Orario: 10:00 -17:00
GENNAIO 2024

Giorni di apertura: 6, 7, 13, 14, 20, 21, 27, 28

Orario: 10:00 -17:00

Febbraio 2024

Giorni di apertura: 3, 4, 10, 11, 17, 18, 24, 25

Orario: 10:00 -17:00

Marzo 2021

Giorni di apertura: 2, 3, 9, 10, 16, 17, 23, 24, 30, 31

Orario: 10:00 -17:00

Aprile 2021

Giorni di apertura: 6, 7, 13, 14, 20, 21

Orario: 10:00 -17:00

 

MAGIONE

A Magione, l’inaugurazione della mostra si è tenuta lo scorso 17 dicembre alle ore 16.30. Allestita presso la sezione di esposizioni temporanee del Museo della Pesca e del Lago Trasimeno, è tesa a illustrare l’iter della progettazione e della realizzazione del Monumento ai Caduti di Magione, dalla documentazione amministrativa della committenza agli schizzi preparatori, dalle fotografie dell’epoca ai resoconti giornalistici che ne testimoniarono la solenne inaugurazione, il 27 maggio 1923. Il percorso espositivo, dove trovano spazio pezzi importanti provenienti da collezioni private, è impreziosito – grazie alla generosa collaborazione con gli Archivi Dottori – da alcune rare opere aeropittoriche del Maestro che hanno per soggetto il lago Trasimeno, nonché da una serie di preziosi bozzetti della grande tavola a tempera della Sala consiliare che raffigura Fra’ Giovanni da Pian di Carpine davanti all’Imperatore dei Mongoli.

Un’occasione unica per porre in dialogo due capolavori d’arte che si “guardano” reciprocamente attraverso le prospettive e gli scorci della piazza principale di Magione.

La mostra è visitabile fino al 14 aprile 2024, ogni sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

 

BASTIA UMBRA

A Bastia Umbra le celebrazioni di apertura si sono tenute mercoledì 20 dicembre nella Sala della Consulta, sala consiliare del Comune affrescata proprio da Benvenuto Crispoldi per commemorare i 600 anni della morte di Dante Alighieri.

 

Oltre al sindaco Paola Lungarotti, sono intervenuti i rappresentanti degli altri Comuni coinvolti, i membri del comitato scientifico e i curatori del catalogo. Ospite d’eccezione, il Presidente della Deputazione di Storia Patria per l’Umbria, il Dott. Mario Squadroni.

A illustrare la mostra documentaria è stata Monica Falcinelli in qualità di archivista, insieme al collega Bernardo Lancia dell’Ufficio Cultura e alla responsabile del Settore Lorella Capezzali. L’esposizione dei documenti mostra l’evolversi dei rapporti tra committente e esecutore, i significati attribuiti da quest’ultimo alla sua produzione, quelli legati al vissuto economico e sociale della cittadina umbra. Il ciclo pittorico di grande impatto che decora la Sala della Consulta racconta  la celebrazione della vittoria dell’Italia nel primo conflitto mondiale conclusosi poco tempo prima ed esorta ai diritti e ai doveri civici, ponendo in risalto le caratteristiche della cittadina di Bastia Umbra nel 1921, anno della inaugurazione della Sala.

A questi si aggiungono i dipinti nella Cappella Susta-Angelini presso il cimitero comunale, realizzati sempre nel 1923.

La Sala della Consulta e la mostra saranno visitabili dal lunedì al venerdì dalle ore 08.00 alle 17.00 con ulteriore apertura in due  fine settimana al mese per tutta la durata dell’evento tra gennaio e marzo 2024.  La Cappella Susta-Angelini è visitabile tutti giorni tranne il lunedì dalle 8.00 alle 17.00,  presso il Cimitero Comunale di Bastia Umbra (lunedì chiuso). Due giornate di studio sull’artista si terranno il 22 febbraio e il 25 Marzo 2024, in occasione del Dantedì.

 

All’evento ha portato il suo saluto ai  presenti il Sindaco Paola Lungarotti, ponendo l’accento sulla riscoperta dell’uomo e del poliedrico artista che il progetto dedicato al Crispoldi ha ottenuto. Nel suo intervento il Sindaco inoltre ha tenuto a ringraziare la dott.ssa Monica Falcinelli per la stesura del capitolo dedicato al Comune di Bastia Umbra all’interno del catalogo “Benvenuto Crispoldi tra arte e rivoluzione. Da Spello all’Europa. Un nostos attraverso i Comuni di Bastia Umbra, Foligno e Magione”. (Gangemi Editore International).

 

 

FOLIGNO

L’ultimo appuntamento dell’anno sarà a Foligno con l’inaugurazione della mostra presso Palazzo Trinci (Sala degli Artisti e Santa Messalin) il 28 dicembre alle ore 11.00.

Il percorso espositivo si concentra in alcune sale di Palazzo Trinci per poi snodarsi attraverso le stanze dell’edificio sede della Municipalità, ristrutturato negli anni 1916-1919, che ha visto l’artista spellano coinvolto nell’opera di ornamento delle sale d’accesso agli uffici comunali e, soprattutto, nella decorazione della Sala Rossa o dei Matrimoni.

Tale impegnativo lavoro, che rappresenta uno dei punti più alti e più ammirati della produzione artistica crispoldiana, è andato purtroppo perduto a causa dei bombardamenti alleati durante la Seconda Guerra Mondiale, che hanno gravemente danneggiato la città di Foligno a partire dal giugno del 1944.

L’esposizione documenta sia la nascita e lo sviluppo del progetto di risistemazione dell’edificio civico – comprese le parti decorative – sia i significati allegorici concordati con i committenti dall’artista degli affreschi andati perduti, riprodotti, per i visitatori, in efficaci fotografie dell’epoca.

 

Le iniziative proseguiranno anche nel 2024 con convegni, giornate studio, presentazione di libri e visite guidate.

 

Ufficio Stampa del Sindaco

Bastia Umbra, 22 Dicembre 2023

Lascia un commento