28.1 C
Bastia Umbra
14 Luglio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Associazioni

“E Dio affidò la voce alle donne”, il 10 dicembre gli auguri di Vi.Va. con un reading teatrale.

Appuntamento alle 17.45 nella sala polivalente, come prenotare

Ingresso a offerta libera a partire da 5 euro per sostenere le attività dell’associazione

ASSISI –  Auguri di Natale speciali per l’associazione VI.VA. – Partecipazione e Solidarietà con sede a Santa Maria degli Angeli, che organizza per 10 dicembre 2023 alle 17.45 nella sala polivalente della sede dell’associazione in piazza Dante alla stazione ferroviaria un evento basato sulla rappresentazione teatrale ispirata al Libro di Rut: “E Dio affidò la voce alle donne”, reading e musiche dal vivo a cura di Emanuela Pantano e Valentino Borgo su adattamento del testo a cura di Maria Gaglione. A seguire gli auguri di Natale a cura dei ragazzi di BO. L’ingresso è offerta libera a partire da €5 e il ricavato della serata andrà a sostenere le attività del progetto Bo; info e prenotazioni 075 5719334 oppure onlus.viva@gmail.com. “Sarà l’occasione per augurare a tutti buone feste, con un ringraziamento per chi dedica tempo, energie e risorse a questa associazione che è sempre più una famiglia) e un sostegno concreto alle nostre attività che si propongono di dare un’opportunità di integrazione socio-lavorativa a giovani del territorio con fragilità mentale, contribuendo a dare valore aggiunto al contesto sociale e ai servizi del territorio di Assisi”, dice Luigi Marini, presidente dell’associazione.

Come si legge nel “libretto” dello spettacolo,  “Il piccolo libro di Rut è tra i libri più belli della Bibbia, se non il più bello dal punto di vista narrativo. Contiene molti messaggi etici, sociali, economici e religiosi, ma prima e soprattutto è una storia meravigliosa. La storia di due donne sole, donne straniere, donne migranti, donne in cammino, donne amiche.  Le dimensioni essenziali del libro sono la terra straniera, la vedovanza, la solitudine, l’insicurezza radicale del futuro, il riscatto. Dentro quella desolazione vera inizia una nuova vita. Un libro che non solo parla di donne, ma è attraversato da uno sguardo tutto femminile.  Le donne hanno la rara capacità di intercettare il carattere divino dentro le voci umane, sanno, per un misterioso istinto spirituale, trovare l’infinito nel dettaglio, sanno riconoscere l’eterno in un bambino. Portano in sé la vita per donarla. Noemi e Rut cercano e inseguono la vita, e così vivono la loro vocazione. Il Dio della vita vede queste azioni tutte umane, le riconosce come sue, vi appone il suo crisma. E poi ci dice: ‘Vuoi capire chi sono? Guarda Rut e Noemi’”.

01/12/2023

Flavia Pagliochini
Giornalista, press & social communication

Lascia un commento