28.1 C
Bastia Umbra
14 Luglio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Cultura

Due docenti UniPg tra le diciassette vincitrici del Premio “Umbria in Rosa” 2023.

La Professoressa Maria Giovanna Ranalli del Dipartimento di Scienze Politiche, specializzata in discipline statistiche, per il suo impegno nella promozione della cultura sulla parità di genere, e la Professoressa Laura Teza, del Dipartimento di Lettere – Lingue, Letterature e Civiltà antiche e moderne, per la sua attività di diffusione della conoscenza, valorizzazione e fruizione del nostro patrimonio artistico, sono tra le diciassette vincitrici del Premio “Umbria in Rosa 2023”, organizzato dalla Provincia di Perugia in collaborazione con l’associazione Europa Comunica.

da sinistra Laura Teza con Mirella Damiani

Il Premio è rivolto a tutte le donne che in Umbria si sono distinte nel campo del sociale, sanitario, imprenditoriale, culturale, sportivo, così come negli ambiti dell’innovazione, dell’agricoltura e dell’istruzione. L’iniziativa nasce con l’obiettivo di dare risalto alle donne che rappresentano esemplari modelli femminili per le capacità professionali e la positività di cui sono portatrici, valorizzando il proprio patrimonio di umanità, conoscenza, tolleranza e laboriosità.

Le diciassette vincitrici sono state scelte tra i tantissimi nomi segnalati: la selezione è avvenuta anche grazie alla collaborazione del Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio dell’Umbria (CIF) e della Professoressa Mirella Damiani dell’Università degli Studi di Perugia.

La nuova edizione del Premio “Umbria in Rosa” riprende dopo anni di stop dovuti alla pandemia, su iniziativa della Presidente della Provincia di Perugia Stefania Proietti; della Consigliera Provinciale con delega alle Pari Opportunità Erika Borghesi, della Consigliera di Parità della Provincia di Perugia Giuliana Astarita e del Presidente dell’Associazione Europa Comunica, Jean Luc Umberto Bertoni.

 

Le motivazioni 

Queste le motivazioni che la giuria ha riconosciuto alle due premiate dell’Ateneo perugino:

Prof.ssa Teza: Per il profilo didattico e scientifico della docente, per l’impegno rivolto a diffondere la conoscenza del nostro patrimonio artistico ed accrescere alla valorizzazione e fruizione consapevole di beni artistici ereditati in secoli di storia. Oltre a questa attività, si segnala il ruolo della docente nella promozione e realizzazione dell’iniziativa “PRENDERSI CURA”.

Maria Giovanna Ranalli

Prof.ssa Ranalli: Per la sua attività di ricerca di alto livello nelle discipline statistiche e per il suo impegno volto a promuovere la cultura della parità di genere, con particolare riferimento ai divari di genere nelle discipline STEM. Nel suo ruolo di docente si sottolinea l’impegno indirizzato a stimolare l’approfondimento dello studio delle tematiche scientifiche tra le giovani generazioni.

 

Le congratulazioni del Magnifico Rettore 

“Rivolgo le mie più vive congratulazioni alle Professoresse dell’Università degli Studi di Perugia Laura Teza e Maria Giovanna Ranalli per il prestigioso e significativo premio ricevuto, riconoscimento di un’attività non solo di altissimo profilo accademico e scientifico, ma altresì rivolta al benessere della società e all’impegno verso un maggiore equilibrio tra i generi”.

Perugia, 21 Dicembre 2023

 

Ufficio Stampa, WEB, Social Media, Comunicazione Interna, SEM SEO Specialist

Area Comunicazione e Brand Management – Rettorato

Lascia un commento