10 C
Bastia Umbra
28 Febbraio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Assisi Politica

APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE IN UN’AULA DEL CONSIGLIO SEMI-DESERTA.

Nella seduta di consiglio di ieri (28 dicembre) abbiamo approvato il bilancio di previsione per il triennio 2024-2026. Ancora una volta, come amministrazione, siamo riusciti ad approvare il bilancio prima della fine dell’anno permettendo così all’ente di essere operativo già dai primi giorni del 2024. Un risultato molto importante per il quale è doveroso ringraziare i dipendenti comunali e tutta l’amministrazione per il lavoro profuso in questi mesi. Un bilancio che poggia le proprie basi su ambiti ai quali teniamo particolarmente e riesce a non aumentare le tasse comunali ai cittadini nonostante un ingente aumento del costo di alcuni servizi per l’ente. La scuola, il sociale, la manutenzione del territorio, i lavori pubblici. Una programmazione che viene da lontano e continua il proprio percorso nel rispetto delle scadenze e dei tempi previsti. La scuola in particolare è sempre stata un caposaldo della nostra amministrazione e anche nel bilancio di quest’anno ricopre un ruolo importante sia per quanto riguarda l’edilizia scolastica (i progetti dei nuovi asili nido, l’adeguamento sismico sulla scuola Sant’Antonio, l’efficientamento energetico della scuola primaria Giovanni XXIII,…) che i servizi a carico del comune (mensa, trasporti, contributo agli istituti comprensivi per l’ampliamento dell’offerta formativa). Un occhio di riguardo nell’ambito dei lavori pubblici ce l’hanno le pro loco del territorio, luoghi di socialità che assumono un’importante centralità nella vita quotidiana delle nostre frazioni. Nuove sedi (o riqualificazione delle esistenti) sono previste a Petrignano, Capodacqua, Rocca Sant’Angelo e Pian della Pieve, senza dimenticare Tordandrea e Tordibetto per le quali i progetti sono già in fase avanzata. Anche per quanto riguarda i progetti relativi al PNRR per i quali ci si è aggiudicati il finanziamento, a differenza di tanti altri comuni, il comune di Assisi, sta procedendo nei tempi previsti e siamo sicuri che da qui al 2026 anche quegli interventi più importanti e complessi vedranno la luce.

Il Consiglio Comunale durante il quale si discute del bilancio di previsione è senza dubbio il più importante dell’anno e quello durante il quale anche l’opposizione è chiamata a contribuire proponendo emendamenti per suggerire la propria visione sul bilancio dell’ente. Emendamenti che possono anche essere accolti dall’amministrazione qualora fossero proposte valide e condivisibili. In poche parole, è il modo più efficace per l’opposizione per contribuire al bilancio comunale. Tuttavia, anche questo anno (per il terzo anno di fila), nessun emendamento è pervenuto all’ente anche se poi le polemiche e le critiche non si fanno mai mancare. Inoltre, nella seduta di ieri 28 dicembre tra i consiglieri di opposizione era presente il solo consigliere Mignani, col consigliere Pastorelli che è comparso per una mezz’ora e tutti gli altri assenti dall’inizio alla fine (potremmo comprendere qualche assente per cause di forza maggiore ma due presenti su sei, uno dei quali per pochi minuti, è una concomitanza perlomeno anomala). La cosa fa riflettere perché le ipotesi sono due: o l’opposizione (perlomeno la maggior parte dei consiglieri) non legge il bilancio e quindi non può proporre nulla di concreto oppure non ritiene importante venire a discutere dell’atto fondamentale dell’ente. In entrambi i casi, essendo anche loro parte dell’amministrazione regolarmente eletti, non crediamo che i cittadini meritino questo trattamento.

29/12/2023

Gruppo Consiliare Partito Democratico

Lascia un commento