22.1 C
Bastia Umbra
23 Maggio 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Politica

Donatella Porzi: “Sospesa tra il “trucco” delle liste di attesa brevi e i piani straordinari per abbatterle: intanto la sanità umbra va a rotoli”.

Il Consigliere regionale Donatella Porzi commenta i dati dell’inchiesta pubblicata dal Corriere della sera

Perugia, 11 novembre 2023 – “Non ci stupisce che l’Umbria sia tra le regioni con il “trucchetto” grazie al quale risulterebbe che i tempi di attesa per effettuare visite ed esami siano notevolmente più brevi rispetto a quelli reali. Addirittura sembrerebbe che le liste di attesa siano pressoché inesistenti, se pensiamo che il 97 per cento delle tac, l’88 per cento delle risonanze magnetiche, il 90,8 per cento delle ecografie all’addome, il 94,6 per cento delle visite cardiologiche e il 91 per cento di quelle ortopediche vengano effettuate nei tempi previsti”.

Così, il Consigliere regionale Donatella Porzi, in merito all’inchiesta di Milena Gabanelli e Simona Ravizza pubblicata ieri dal Corriere della sera.
“Un’analisi che – ricorda Porzi – riguarda soltanto le Asl di Perugia e Terni – le uniche che peraltro hanno risposto alla richiesta di fornire i dati – dalla quale emerge che il sistema umbro sarebbe oltremodo virtuoso se non nascondesse un meccanismo, diffuso anche nelle altre regioni, che fa partire l’attesa dalla seconda chiamata effettuata dal paziente, qualora alla prima gli venga risposto che non c’è posto. Un bel giochino si. Andiamo a raccontarlo alle migliaia di cittadini costretti ad aspettare mesi o anni per avere una prestazione che sempre più numerosi protestano da nord a sud dell’Umbria. L’alternativa è ricorrere alla sanità privata, cosa sempre più comune, o rinunciare alle cure di cui si ha bisogno, anche questa una crescente e preoccupante realtà. E comunque, ci chiediamo: a che cosa servirebbero i piani straordinari tanto sventolati dalla Regione per l’abbattimento delle liste d’attesa, se le cose procedessero davvero così a gonfie vele?”
Ufficio stampa e comunicazione
Lara Partenzi

Lascia un commento