23.8 C
Bastia Umbra
12 Aprile 2024
Terrenostre 4.0 giornale on-line Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara
Politica

Pastorelli sui possibili ritardi nei piani di attuazione del PNRR e di ricostruzione post sisma causati dall’attacco hacker.

“I possibili ritardi nei piani di attuazione del PNRR e di ricostruzione post sisma causati dall’attacco hacker che ha colpito la Provincia di Perugia, necessitano di maggiori approfondimenti, in modo particolare in relazione all’operato dell’Ente e della presidente Stefania Proietti”. Il capogruppo Lega Stefano Pastorelli annuncia il deposito di una interrogazione rivolta alla Giunta Regionale e indirizzata a fare chiarezza “sulla reale entità del danno subito e delle conseguenze da esso derivanti”, oltre alla possibilità di “mancata copertura assicurativa della Provincia di Perugia al momento dell’hackeraggio”. “Pochi giorni fa, rispondendo stizzita alle questioni poste dai consiglieri provinciali della Lega di Perugia – spiega Pastorelli – la presidente Proietti aveva minimizzato le ripercussioni dovute all’attacco hacker ai sistemi informatici dell’Ente, escludendo qualsiasi tipo di conseguenza sulla continuità dell’azione amministrativa e sulla gestione delle risorse e dei progetti – spiega Pastorelli – E’ sembrata subito evidente la discrepanza tra le affermazioni della Proietti e le forti perplessità espresse dai dirigenti. A seguito delle dichiarazioni rilasciate in merito dal Direttore Generale della Provincia di Perugia Adriano Bei a mezzo lettera, infatti, apprendiamo con preoccupazione la possibilità che si verifichino ritardi nella realizzazione di progetti che coinvolgono fondi PNRR e ricostruzione post-sisma a causa di atti cancellati o criptati. A tal proposito, è doveroso che vengano fornite esaustive delucidazioni inerenti lo stato di tali progetti. Considerati i gravi disagi e ritardi arrecati agli interessati, inoltre, è opportuno che venga riconosciuta una dilazione dei termini di scadenza degli adempimenti previsti. Auspichiamo, inoltre, che l’Ente fornisca un adeguato rendiconto circa la reale entità del danno subito e delle conseguenze da esso derivanti, evitando di proseguire come fatto fino ad oggi dalla presidente Proietti nell’intento di minimizzare le conseguenze al solo scopo di difendere il proprio operato. Eventuali ripercussioni dell’attacco hacker potrebbero tradursi in un danno enorme dal punto di vista economico e non solo, per il territorio, per le imprese e per i cittadini a cui i responsabili saranno chiamati a rispondere qualora venissero riscontrati casi di negligenza. Infine, è necessario che la Provincia di Perugia chiarisca ogni dubbio sulla possibilità di mancata copertura assicurativa al momento dell’hackeraggio – conclude il capogruppo – fornendo relativa documentazione in grado di attestare la presenza di polizza a copertura dell’evento”.

 

10/11/2023

Stefano Pastorelli

Lascia un commento